Poi, giuro: per un po’ parlerò d’altro

1) Il nuovo catechismo della Chiesa Cattolica (11 ottobre 1992)

2267 – L’insegnamento tradizionale della Chiesa non esclude, supposto il pieno accertamento dell’identità e della responsabilità del colpevole, il ricorso alla pena di morte, quando questa fosse l’unica via praticabile per difendere efficacemente dall’aggressore ingiusto la vita di esseri umani. Se, invece, i mezzi incruenti sono sufficienti per difendere dall’aggressore e per proteggere la sicurezza delle persone, l’autorità si limiterà a questi mezzi, poiché essi sono meglio rispondenti alle condizioni concrete del bene comune e sono più conformi alla dignità della persona umana. Oggi, infatti, a seguito delle possibilità di cui lo Stato dispone per reprimere efficacemente il crimine rendendo inoffensivo colui che l’ha commesso, senza togliergli definitivamente la possibilità di redimersi, i casi di assoluta necessità di soppressione del reo «sono ormai molto rari, se non addirittura praticamente inesistenti».

2) Dal discorso rivolto ai Vescovi europei in occasione dei cinquanta anni dei trattati:

Salvaguardare l’obiezione di coscienza:
L’UE salvaguardi il diritto all’obiezione di coscienza ogni qualvolta fossero violati i diritti fondamentali.L’Unione Europea per essere  "garante dello stato di diritto" e "promotrice di valori universali" deve "riconoscere con chiarezza" una natura umana stabile e permanente, fonte di diritti comuni a tutti gli individui, compresi coloro stessi che li negano.

Allora, se ho ben capito, sarà salvaguardato il diritto di chi, ipoteticamente utilizzato come boia dal Vaticano, si rifiuterà di espletare la sua funzione in caso di condanna a morte di un individuo?
O  la salvaguardia alll’obiezione di coscienza riguarda  piuttosto solo i politici che  si rifiutino di votare leggi che riguardino i DICO, la procreazione assistita, l’aborto?

Lo so che molto probabilmente non sarà mai promulgata una condanna a morte, nello stato del Vaticano. Ma che il Nuovo Catechismo non escluda questa possibilità mi pare, a dir poco, inquietante.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in leggeri e pesanti pensieri. Contrassegna il permalink.

22 risposte a Poi, giuro: per un po’ parlerò d’altro

  1. anonimo ha detto:

    Ancora con questa minestra riscaldata!
    Come ve lo devo dire che il Benedictus può impicciarsi degli affari vostri, mentre voi dei suoi no.
    Lui lo fa perchè vi vuole bene, nella misura in cui gli servite. Se provate a alzar la capoccia, son guai grossi: parole di fuoco, scomuniche, perfino una raccomandazione per l’inferno.
    A me sta simpatico, specie quando non parla e non fa.

    Fra Castoro da Girgenti

  2. anonimo ha detto:

    Mi permetta, Fra Castoro, ma sentire queste parole pronunciate da uno che si professa frate mi sorprende.
    Renzo

  3. anonimo ha detto:

    Ma non lo sa che Fra il dire e il Frare c’è di mezzo il mare.
    Ora devo ritirarmi nella mia umile dimora.
    Suo devotissimo
    Fra Castoro da Girgenti

  4. anonimo ha detto:

    Padre, qualche notizia in più di lei non guasterebbe? Mi dica almeno l’ordine e il convento.
    Renzo

  5. anonimo ha detto:

    Amo solo l’ordine non costitituito e quanto al convento, oggi ce n’è fin troppo.
    Devo proprio andare.
    Pace e bene.
    Fra Castoro da Girgenti

  6. anonimo ha detto:

    Questo blog sta diventando sempre più interessante, con argomenti di attualità che non sono per nulla banali, ma anzi di notevole importanza.
    Penso che ci sia solo da imparare a frequentarlo; non è come altri blog che invece sono una sorta di cicaleccio inutile, senza costrutti, dove si instaurano argomentazioni di lana caprina e ci si avvita e ci si contorce come se si stesse parlando dei massimi sistemi.
    Cimplimenti quindi alla padrona di casa.
    Renzo

  7. cochina63 ha detto:

    be’ mi piace pensare che questo probema non si porrà mai… cmq certo inquietante lo è, d’altronde a me la chiesa mi ha sempre inquietato abbastanza…

  8. anonimo ha detto:

    Concordo solo in parte nel giudizio sul blog. Secondo me dovrebbe affrontare ogni giorno temi di rilevanza, come la massificazione, la perdita dei valori, l’ignoranza dilagante, la disonestà imperante, e mi fermo perchè si potrebbe andare avanti all’infinito.
    Conta poco che sia frate o no, non trovate?
    Una persona deve essere valutata per quel che dice e per come si comporta, e non per il suo nome o il suo lavoro.
    Fra Castoro da Girgenti

  9. anonimo ha detto:

    lo Stato del Vaticano dovrebbe essere garante di uguaglianza in tutti gli stati del mondo poichè la religione non dovrebbe avere confini ne padroni, invece a mio avviso mette veti nei piccoli spazi di casa sua escludendo priorità assolute del resto del mondo.

  10. Soriana ha detto:

    Non so, ma ti ringrazio per averlo scritto, Renzo, se questo blog sia davvero interessante. Credo lo sia per chi ha sul mondo lo stesso mio pensiero, che, per fortuna, poi, è il pensiero di molti. Forse non esistono blog brutti. Forse è questione di gusti, di sintonie: come per un cibo, come per un film, come per una canzone. E poi il Blog lo costruiscono soprattutto i commenti, più che i post. Sono più importanti i cerchi sull’acqua che il sasso che si lancia.
    Cinzia: sì, la Chiesa inquieta, come inquietano tutti i potenti.
    Fra’ Castoro: forse sì. Forse dovrei affrontare ogni giorno i problemi che lei espone. Quelli che fanno male. Che fanno pensare. Ma vorrei che rossiorizzonti mi assomigliasse. E a volte ho voglia anche di sorridere, o di condividere con altri una bella serata, un incontro, un ricordo. Non mi faccia sentire in colpa, per favore, Padre…
    Ho apprezzato tutti i commenti che mi sono arrivati: da Renzo, a Cinzia, da Anonimo a, naturalmente, Fra’ Castoro da Girgenti. Però, intrigante questo frate… Ma ha ragione, Fra’ Castoro: l’abito non fa… il monaco ( e mi sembra molto opportuno in questo caso il vecchio modo di dire): l’importante sono le azioni, e le parole, anche.

  11. anonimo ha detto:

    Soriana,
    ti ringrazio per le considerazioni.
    Un giorno, se avrai voglia, se sarai dell’umore giusto, se ti sentirai in palla insomma, mi piacerebbe che parlassi di uno dei grandi mali di questi tempi, non di certo il peggiore, ma uno di quelli che lasciano ben poco sperare: l’indifferenza.
    Fra Castoro da Girgenti

  12. anonimo ha detto:

    Fra Castoro ha ragione per l’argomento.
    La cosa peggiore è in effetti l’indifferenza, quel voltarsi dall’altra parrte per non vedere ciò che non ci piace che ci sia. E aggiungo, peggio ancora è affondare la testa nella sabbia, per non voler sentire o non voler vedere l’indifferenza nei confronti di noi stessi.
    Coraggio, Milvia. So che sei capace di introdurre questo argomento e pertanto l’attendo.
    Renzo

  13. biancabalena ha detto:

    Tutto questo anonimato stranisce… Più che altro sembra il monologo di uno schizofrenico.
    Comunque, a parte questa considerazione (solo formale) concordo con non so quale parte di anonimato che trova questo blog molto interessante.
    Per cui faccio i complimenti alla padrona di casa, intanto.
    (che ha anche scelto il mio stesso template.. ma in rosso! ;-)…)
    Quanto all’argomento del post, credo che non sia una novità che nella sua storia la Chiesa ha ucciso più di quanto abbia soccorso… o per lo meno è andata in pari.
    Insomma, dalle crociate alla caccia alle streghe, infilzare, amputare, bruciare… Non ha mai avuto paura di sporcarsi le mani.
    Con tutto che NELLA chiesa ci sono ottime persone, come in qualunque altro ambiente. (anche nel braccio della morte, temo…)

  14. Soriana ha detto:

    Fra’ Castoro e Renzo:vi ringrazio per il suggerimento. Ne parlerò di questo male. Che non sono sicura, però, che NON sia il peggiore. E’ proprio l’indifferenza, forse, il cattivo seme che genera ogni altra nefandezza.
    Benvenuta qui, Biancabalena! Sono d’accordo che non tutti gli appartenenti alla Chiesa sono…cattivi (vedi Fra’ Castoro, ad esempio…). Come te io non amo generalizzare, mai; credo però che ai vertici di tutte le grandi potenze (e la Chiesa lo è, una grande potenza) si annidino interessi egoistici, crudeltà, e assoluta mancanza di pietas.
    Grazie per i complimenti e ciao.

  15. biancabalena ha detto:

    vuoi dirmi che fra castoro è un frate vero???

  16. anonimo ha detto:

    Certo, cara Biancabalena.
    Fra Castoro è il nostro Padre Spirituale.

    Suor Milvia da Forlimpopoli

  17. anonimo ha detto:

    Salve a tutti, molto interessante questo dibattito. Penso anch’io che le attuali strutture religiose e politiche sono tutte ben lontane da quegli ideali illumunistici cui gli spiriti liberi anelano. Però è anche vero che la massima parte dei popoli viene tenuta volutamente nell’ignoranza, poichè il vero pericolo per tutte le attuali forme di potere, è l’apertura delle menti. Consiglio di leggere l’ultimo libro di Pergiorgio Odifreddi, così, tanto per fare il punto reale sulla situazione, soprattutto nel nostro paese. Che poi ci siano persone degne in qualsiasi campo, concordo con Biancabalena e Soriana, nonchè con Renzo Montagnoli.
    Simpatico fra Castoro, il massimo se fosse veramente un frate!
    Cristina Bove

  18. anonimo ha detto:

    Brava Cristina, è un piacere trovarti nel salotto di Milvia.

    Renzo

  19. anonimo ha detto:

    Suor Milvia da Forlimpopoli?
    Fra Castoro da Girgenti?

    Ma che è divento sto blog: una sezione distaccata del vaticano?

    Renzo

  20. Soriana ha detto:

    Anche intorno ai pensieri pesanti è bene che aleggi un po’ di leggerezza…Sabrina, non so, non credo che Fra’Castoro sia un frate vero…Così come certo non appartiene a un ordine religioso la mia omonima Suor Milvia… Tranquillo, Renzo: MAI questo blog diventerà una succursale del Vaticano. Non voglio che diventi succursale di alcun chè, in verità…
    @Cristina: la sensibilità, l’attenzione alle cose che riveli nelle tue bellissime poesie e nella tua pittura , le hai portate anche qui. Grazie, e ritorna più spesso.

  21. ReAnto ha detto:

    Monsignore ReAnto..mhhh
    non mi piace!

  22. Soriana ha detto:

    Sua Santità? Ti piace di più questo appellativo, Antonio? Ciao!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...