Navigando navigando…

coconasse1ecco i porti che ho avvistato:

in caffestorico.splinder.com Renzo Montagnoli rilascia una interessante intervista a Francesco Giubilei.

da lauraetlory.splinder.com/ una bella poesia di Loredana Falcone: Riflesso.

 Morgan, sempre attento ai problemi di chi non ha nulla, se non la disperazione, in  www.acmedelpensiero.blogspot.com ci consiglia la lettura di un articolo di Repubblica che tratta di immigrazione.

 La prof. sempre ironica, sempre gradevolissima, continua a regalarci ritratti di colleghi e no. Potete sorridere e riflettere andando qui: laprof.splinder.com

In poetaperdere.splinder.com/ non sorridere, ma ridere vi farà la fotografia che ha pubblicato Patrizius...Blog altamente consigliato, sberleffi al potere  assicurati ogni giorno…

L’utimo avvistamento, questo: http://www.arteinsieme.net/renzo/index.php?m=45&c=20&det=2671
una poesiola mia, troverete.


Qualcuno più esperto di me può aiutare lucidimarzo che in un commento lasciato ieri chiede:
c’è qualcuno che mi sappia dire come faccio a salvare e a mettere in una cartella di preferiti i tanti video che postate nei blog?
 

Scartabellando scartabellando, poi, ho riesumato questa, che ho scritto a Roma la notte di Santa Lucia del 2006. (ma non c’entrano né Roma né Santa Lucia…).

Afasia

Vorrei scrivere parole, questa notte.
Parole che feriscano, che scavino sotto
la pelle come parassiti
a ulcerare le vene, che, come uncini,
la strappino a brandelli.

Vorrei scrivere parole questa notte.
Parole che leniscano il dolore
come una mano fresca che si posa
sulla fronte ardente per la febbre,
a stemperarne il fuoco.

Vorrei scrivere parole, questa notte.
Parole che riscaldino come la fiamma
in una baita montana
quando all’esterno il ghiaccio morde
coi suoi denti di lupo.

Vorrei scrivere parole, questa notte.
Parole come sale, parole come roccia,
parole come manna, parole come alcove,
parole scavate nella carta
come trincee di guerra.

Ma è così piatta la mia anima, stanotte.
Stanotte la mia anima è come un mare di piombo
su cui ogni vela non ha più potenza.
E il mio afasico cuore non fa più rumore
della nebbia che avvolge questa casa.  

Roma, 13 dicembre 2006 Ore 1,38 a.m.

 
E ora spero che la voce di Joan Baez e le belle immagini che la accompagnano possano essere per tutti un buon inizio di giornata.

http://www.youtube.com/watch?v=bmuvnqGTzpo

Tutte quelle righe sono saltate fuori per sbaglio….

           
 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in miscellanea. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Navigando navigando…

  1. anonimo ha detto:

    @ luci, ciao sono maria, allora…..per fare una lista di preferiti dei video di youtube, devi iscriverti al sito, una volta fatto, per accedere fai il login,dopo di che puoi salvare nella lista “favoriti” di you tube stesso tutti i video che vuoi. Questo , almeno, è il sitema che uso io, non so se ne esistano altri, e non so neanche se sono riuscita a spiegarti bene cosa fare! 🙂
    ciao un abbraccio a te e a milvia.
    maria.

  2. patrizius ha detto:

    Afasia? M’ immagino quale tsunami
    ci avrebbe investito se il titolo non fosse stato quello da te scelto.
    Comunque, scherzi a parte, mi arriva un meraviglioso cocktail di similitudini, che saranno pure di un cuore afasico, ma anche di un cuore che come un fiume in piena, ha rotto gli argini e c’ inonda con le sue fertili acque.

  3. Soriana ha detto:

    Che bel commento! Grazie, Patrizius! Molto onorata…
    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...