Meme??? Chi è costui?

P1050193

Allora: mi è arrivato (graditissimo) un invito de La Prof (http://laprof.splinder.com/post/14821309/Meme+del+meme+e+risposte+al+me)

E quando La Prof invita bisogna accettare, si sa mai che ti arrivi una nota nel blog, da far firmare al signor Splinder…
E quindi ora mi appresto ad accettarlo molto felicemente.
Però prima devo fare una premessa. C’è un termine che non avevo capito bene, nel post d’invito:  ’sto meme, che da due giorni mi frulla in testa…e nonostante le spiegazioni de La Prof e pure di Cristina Bove, non è che mi è venuta l’illuminazione…
Allora ho fatto un giro in Google, sono finita su Wikipedia e insomma quello che mi sembra di aver capito è che il meme è come un virus che se ci vieni in contatto te lo pigli pure tu, e se tu sei un tipo un po’ particolare lo puoi perfino modificare. Solo che il mene non ti fa ammalare, ma ti fa creare linguaggi, o melodie, o anche valori morali e estetici (sic!).

Da tutti i balbettii gutturali dei nostri progenitori (il famoso meme troglodita) è nato l’aramaico, per esempio, e anche l’espressione li mortacci tua…
Questo ho capito…(non c’è scritto, però, su Wikipedia).

C’è scritto, invece, che pure i tormentoni sono meme.
Cita un esempio, Wikipedia: l’espressione “mi consenta”.
Ecco, a questo punto ho avuto un inspiegabile attacco allergico, e avevo deciso di lasciar perdere tutto…
Ma ho ingoiato una compressa di antistaminico (ne tengo sempre un paio a portata di mano, per quando guardo la tv) e mi sono sentita meglio.

La  mia conclusione è allora questa: che anche i blog sono meme. Che ci si contagia fra noi e che ogni volta che scriviamo qualcosa, e qualcuno lo legge, quel qualcosa subisce una mutazione.

Boh? Forse non ho mica capito cosa sia un meme…
Sarà meglio che risponda alle domande de La Prof.


Che cosa ti ha spinto a creare un blog?
Se me lo avessi chiesto pochi giorni dopo la…creazione, ti avrei risposto: solo per vedere se ci riuscivo. Se ci riuscivo dal punto di vista tecnico, intendo. Avevo iniziato da qualche mese ad aggirarmi fra forum e blog, ma l’idea di aver qualcosa di mio non mi aveva mai attraversato la mente. Poi, in una notte di gennaio di quest’anno, entro nel blog di un’amica scrittrice e leggo qualcosa tipo: crea il tuo blog. Mi sono detta: adesso provo. Tanto lo so che non ci riesco.
E invece è stato tutto molto semplice. L’unica difficoltà è stata scegliere il mio nick: a mano a mano che ne pensavo uno il signor Splinder mi diceva che era già utilizzato da qualcun altro…
Alla fine ho scritto: Soriana. Avevo già scelto l’atavar, ecco perché mi è venuto in mente…
Il signor Splinder, che si stava impazientendo, mi ha detto: era ora!!!!
E così da quel momento sono stata irrevocabilmente Soriana.
Devo confessare una cosa: non mi piace, quel nome…non mi piace per niente. Ma è assolutamente l’unica cosa che non si può cambiare. Lex, dura lex…
Ma torno alla domanda.
Solo più tardi ho capito cosa (forse) mi ha spinto a crearmi un blog.
E’ che quella notte di gennaio era l’ultima notte che avrei trascorso in una casa dove avevo vissuto per 34 anni. Ero tornata per prendere i miei libri,  svuotare gli armadi dai miei vestiti, raccattare fotografie di figlio amici animali feste Natali viaggi.
Allora, più tardi, ho pensato che il blog me lo sono creato per avere un’altra casa.
Punto.

Il tuo primo post:
Solo un piccolo post di prova, niente di che. Prove tecniche di trasmissione, insomma…

Il post di cui ti vergogni di più:
Forse uno che ho scritto quest’estate. Dove manifestavo apertamente un momento di sconforto e stanchezza.  Non lo riscriverei più.

Il post di cui sei più fiera
Oddio, fiera mi sembra un termine un po’ impegnativo… Meglio dire il post che sono più contenta di aver scritto. Non so, sono contenta di scrivere ogni tanto post che affrontino problemi sociali. Uno fra questi? Forse “Nei panni di…” dove ho affrontato la situazione delle donne migranti. Almeno è quello che mi è venuto in mente ora.

Finito. Chissà quali mutazioni avverranno, ora…

E adesso…Ecco a voi Ray Charles!!!! Un po’ di ritmo, via…
http://www.youtube.com/watch?v=Cf0X7QuK4LI

Ricordate, per favore, di leggere le segnalazioni qui sotto. Ecco, a questo proposito vorrei proprio dire una cosa al signor Splinder che  non mi piace per niente: quando faccio una segnalazione questa compare come commento nel blog che ho segnalato…Mi fa un po’ arrabbiare, questa cosa. Se segnalo un post è perchè mi è piaciuto. Non perchè necessariamente ne venga informato il blogger che ha pubblicato il post.
Mi sembra un’invadenza, questa. Che, ripeto, non mi piace affatto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in leggeri e pesanti pensieri. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Meme??? Chi è costui?

  1. anonimo ha detto:

    dal primo post: tutto in salita! il tuo blog è bello… come te!
    cochina

  2. anonimo ha detto:

    Ho letto attentamente il tuo post di stamattina, ma ancora non mi è del tutto chiaro che cos’è ‘sto meme.
    Mio figlio da piccolo giocava con un amico immaginario che chiamava “Memesh”.
    Che c’entri qualcosa?
    Temo di noi.
    Mi dovrai rispiegare a voce…
    Ciao
    Mirella

  3. anonimo ha detto:

    … volevo dire: temo di no

  4. cristinabove ha detto:

    Splendida soriana! Amabilissima Milvia! Mi sono goduta le tue risposte, e mi faccio sicuramente contagiare dal tuo meme…
    un abbraccio contaminante…etciù.
    cri

  5. Soriana ha detto:

    Leggendo i vostri commenti ho sorriso, mi sono commossa, ho pensato che esageriate…Ho pure sternutito… Grazie, care amiche.
    Un abbraccio a tutte.
    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...