Letture sotto il sole

P1050775

Come per ogni viaggio il mio zaino l’ho riempito più di libri che di vestiti. Soprattutto poi in questa vacanza, che ho affrontato da sola, due cose erano essenziali: il mio portatile e la lettura. Il portatile per aggiornare il blog, e sentirmi quindi legata ai miei amici virtuali e non, e la lettura, mia compagna quotidiana da quando avevo sei anni.
Questa mattina, davanti a un mare splendido, con alle spalle il dolce fruscio delle palme, ho terminato il romanzo di cui vi avevo parlato giorni fa: Le colpe dei padri, di Laura Costantini
Loredana Falcone. Mi dispiace di averlo finito. Avrei voluto rimanere in compagnia della famiglia Shelton ancora per giorni. Ma d’altra parte Laura e Loredana sono così abili a tener desto l’interesse del lettore che non ho potuto far altro che divorarlo.
I colpi di scena, nella storia di questa famiglia, si susseguono con ritmo incalzante, quindi nulla è prevedibile, ma al tempo stesso nulla è sopra le righe, il narrare non scivola mai nella banalità o nel deja vue.
La scrittura è perfetta, e se non sapessi che le autrici sono..romane de Roma, penserei che loro, nello stato dello Wyoming, nel ranch di Farret Corner ci sia nate e cresciute.  E questo che mi colpisce in maniera particolare in Laura e Loredana, al di là del fatto che le loro storie sono avvincenti: l’estrema precisione con la quale descrivono l’ambientazione dei loro romanzi. Lo avevo già notato ne La guerra dei sordi. Credo che per questa attenzione al reale si possa parlare di  scrittura onesta.  Così come onesta è la loro visione dei personaggi: che non si dividono mai in buoni e cattivi. Anche davanti al gesto più turpe (ed è un gesto assolutamente turpe quello che determina i destini dei fratelli Shelton) le autrici non si ergono a giudici, ma lasciano spazio alle loro creature affinché svelino al lettore anche i loro aspetti più umanamente teneri.
Solo il potere politico ne esce veramente male, solo questo potere viene condannato in maniera forte e chiara. Come è giusto che sia. Non solo fiction, quindi, ma anche riflessione e presa di posizione contro problemi attuali e, purtroppo, globali, nelle storie raccontate da Loredana Falcone e Laura Costantini.
Sono molto contenta di aver stampato e aver portato con me “La colpa dei padri”. Un bel romanzo davvero, che non può non piacere perché è una gradevolissima lettura, dove passioni, intrighi, dolore, perdita, ma anche speranza si miscelano in modo equilibrato. E aver appreso che il romanzo verrà pubblicato mi ha reso ulteriormente felice. La notizia potete leggerla qui:

 http://lauraetlory.splinder.com/post/15492976/Due+bellissime+copertine…

In bocca al lupo, ragazze! Non vedo l’ora di aver fra le mani il libro in una veste senza dubbio migliore di questa mia copia stampata su banalissimi fogli a4. Il vostro romanzo lo merita pienamente.

E, prima di andare a cena, vorrei ricordarvi che potete scrivere una mail a Fharenheit per votare il libro dell’anno.  Ecco la mail che ho ricevuto dalla redazione della mia trasmissione radiofonica preferita:

Il libro dell’anno di Fahrenheit
Si aprono le votazioni per la terza edizione de Il Libro dell’ Anno, il sondaggio tra gli ascoltatori che assegna il nostro Oscar al miglior libro. Tra tutti i titoli presentati nel corso del 2007, sono in gara i romanzi e i racconti italiani che, di volta in volta, hanno vinto il Libro del Mese (scelto da voi), e quelli indicati dalla redazione nella sezione del nostro sito I Magnifici 3, che sono i nostri favoriti, i libri che piu` abbiamo amato.
Votate il vostro Libro dell’ Anno scrivendoci una mail
 (fahre@rai.it)Il 1 Febbraio festeggeremo con una puntata speciale, in diretta dal Palazzo delle Esposizioni di Roma, insieme agli scrittori, ai critici, al pubblico e agli amici di Fahrenheit e proclameremo il vincitore del Libro Dell’ Anno 2007, ma assegneremo anche i premi speciali della redazione al miglior libro straniero, il miglior racconto, l’esordio e la conferma.
Siete tutti invitati a partecipare e a festeggiare con noi
Ecco l’elenco dei libri finalisti:

*Milena Agus, Mal di pietre, Nottetempo
Alberto Arbasino, Le piccole vacanze, Adelphi
Tullio Avoledo, Breve storia di lunghi tradimenti, Einaudi
Andrea Bajani, Se consideri le colpe, Einaudi
Marisa Bulgheroni, Un saluto attraverso le stelle, Mondadori
Andrea Carraro, Il sorcio, Gaffi
Marco Cassardo, Va a finire che nevica, CairoEditore
Ermanno Cavazzoni, Storia naturale dei giganti, Guanda
Paolo Cognetti, Una cosa piccola che sta per esplodere, Minimum Fax
Cristina Comencini, L’illusione del bene, Feltrinelli
Andrea Di Consoli, Il padre degli animali, Rizzoli
Martino Ferro, Il primo che sorride, Einaudi
Carlo Fruttero, Donne informate sui fatti, Mondadori
Nicola Gardini, Lo sconosciuto, Sironi
*Fabio Geda, Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani, Instar
Andrej Longo, Dieci, Adelphi
Michele Mari, Verderame, Einaudi
Giuseppe Montesano, Il ribelle in guanti rosa, Mondadori
Sergio Nazzaro, Io per fortuna c’ho la camorra, Fazi
Alberto Ongaro, La versione spagnola, Piemme
Vincenzo Rabito, Terra matta, Einaudi
Veronica Raimo, Il dolore secondo Matteo, Minimum Fax
Ermanno Rea, Napoli ferrovia, Rizzoli
*Mario Rigoni Stern, Stagioni, Einaudi
Clara Sereni, Il lupo mercante, Rizzoli
Domenico Starnone, Prima esecuzione, Feltrinelli
Sebastiano Vassalli, L’italiano, Einaudi
*Simona Vinci, Strada provinciale tre, Einaudi

Ahi ahi ahi….Per quale libro voterò, io? Sono in realtà in un grande imbarazzo. Fra i finalisti ho letto quelli che ho evidenziato con l’asterisco. E li trovo tutti assolutamente meritevoli…. Va beh, o tiro a sorte, o…Ma, non so proprio chi voterò. E, dato che il voto è…segreto, non svelerò la mia scelta, comunque.

La puntata di Meno quarantotto la rimando a domani. Che è già chilometrico, questo post…
A domani, dunque.

http://www.youtube.com/watch?v=Dau2_Lt8pbM

Perché questa canzone? Così, solo perché mi piace.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in i miei viaggi. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Letture sotto il sole

  1. ReAnto ha detto:

    Io voto Mario Rigoni Stern….CIAO MILVIA!!

  2. cristinabove ha detto:

    continuo a seguire il tuo diario di viaggio con grande interesse, e aspetto il seguito del racconto
    un abbraccio
    cri

  3. lauraetlory ha detto:

    Che ne dici se ti assumiamo come agente letterario?!
    Grazie, per le parole ma soprattutto per l’accuratezza e la passione che metti nel leggerci.
    Un bacio
    Lory

  4. anonimo ha detto:

    Su quelle spiagge le giornate durano un attimo, ed è subito sera.

    Un caro saluto. Arrigo.

  5. anonimo ha detto:

    Milvia,
    come al solito, leggere le tue parole mi trasemtte tanta serenità.
    Buon proseguimento
    mentre anch’io sono alle prese con l’indecisione del libro dell’anno!
    rosy

  6. Soriana ha detto:

    @Antonio: ottima scelta…Il grande vecchio lo meriterebbe di vincere. Ciao, e ben tornato qui.

    @Cri: mi piace…essere seguita, e con interesse, anche…

    @Lory: se è una proposta di lavoro, la accetto su due piedi…visto che sono disoccupata…Accuratezza e passione sono gli elementi che trovo nei vostri romanzi. Ricambio il bacio.

    @Arrigo: E’ vero, e tu, che conosci questi luoghi lo sai bene. Ma ora che fai il nonno…niente più viaggi…Ma uno a Bologna, almeno, lo farai, vero? Ricordati che me lo hai promesso…

    @Rosy: mi hai fatto un bel complimento. E’ gratificante sentirsi dire che si trasmette serenità…
    Mi piacerebbe tanto essere a Roma, il primo febbraio…Ma mica posso starmene sempre in giro…
    Certo che fra i finalisti la scelta è difficile…Come ti capisco…

    Vi lascio con un abbraccio forte forte, sperando sempre che vi raggiunga un po’ del sole brillante che illumina questa costa di paradiso.

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...