Il ritorno

Nero_opaco

Sono tornata. Sono in Italia. Sono rientrata nel dolce suol natio. E l’unica immagine che mi sento di inserire all’inizio di questo post è la rappresentazione del nero, un nero opaco, assoluto. Non ho visto telegiornali, non ho letto quotidiani. Sto ascoltando Fahrenheit, dove si sta discutendo della giornata di ieri. Si parla di sputi, di insulti vergognosi, di brindisi osceni, di un altrettanto osceno personaggio che ha sporcato, leggendoli dei versi che io amo. Si sta parlando della giornata di ieri. Si sta parlando dell’ultima discesa verso il degrado più abbietto. E allora è il nero, il colore del post di oggi. Perchè nero è il presente e nero, cieco, senza speranza alcuna è il futuro. Non tanto perchè sia caduto un governo, che ci siamo avvezzi, a queste cose, ma perchè è il subumano che ci guida. E’ il subumano che vomita la sua vittoria. E altro non ho voglia di dire.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in i miei viaggi. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Il ritorno

  1. anonimo ha detto:

    Cara Milvia,
    comunque ben tornata…
    hai visto che la situazione è proprio come dici tu, NERA.
    Ma noi siamo fortunati perchè abbiamo la volontà interiore di trovare spiragli di luce.
    Gianni Langmann

  2. RenzoMontagnoli ha detto:

    La sciura Milvia è rientrata, leggo.
    Comunque, questa sorta di disastro era annunciato e prima o poi sarebbe accaduta.
    Ci vuol poco a comprendere che i problemi italiani non sono le spazzature della Campania, ma quell’immondezzaio che è il nostro parlamento, una discarica con tutti elementi altamente tossici ed estremamente nocivi.

  3. Annalisa55 ha detto:

    Bentornata, Milvia, mi spiace per la parte nera che ti sei trovata di fronte.
    Ma ti ricordo quello che dice sempre Mino Milani: in alto il cuore!
    Non vorrai mica disobbedirgli, eh?

  4. cristinabove ha detto:

    bentornata, Milvia. Anche se lo scenario è nero. Stiamo precipitando in una voragine e questi osceni fuguri che dovrebbero rappesentarci fanno a gara a chi fa più schifo.
    la longa manus adesso è tronfia e pronta a colpire chi dissente.
    Ti abbraccio ancora più forte.
    cri

  5. claudioarzani ha detto:

    Los è assurdo ma io spero ancora. E comunque grazie Romano per averci creduto, per aver affrontato a viso aperto l’ultimo appuntamento.

  6. anonimo ha detto:

    Bentornata Milvia. Dalla “nostra” Romagna, oggi col sole, ti mando un sorriso…Magari un po’ di luce in quel nero nero nero. Dai!
    L’è trop scour, u i vò un pò ad pensìr bél.
    Cristella

  7. patrizius ha detto:

    Bentornata, Milvia!!
    patrizius

  8. biancabalena ha detto:

    Peccato per tutto questo nero…
    Ti sono vicina nell’indignazione, ma anche nell’amore per le cose belle della vita, e nella voglia di fare, di dire, conoscere.
    Forza. Un abbraccio
    sabrina

  9. riri52 ha detto:

    Bentornata.
    Il nero è un non colore. perchè dentro c’è di tutto. Come la situazione attuale.
    Il giorno dello sputo uno dei miei bambini ha sputato e io l’ho gridato, dopo ne abbiamo parlato un pò. Che cosa avrà pensato il bambino a casa sapendo che un deputato ha sputato e dopo caduto il Governo? Che può cadere la scuola?

  10. lucidimarzo ha detto:

    Hai proprio ragione, Milvia , e capisco tutto il tuo sconcerto. Del resto qualcosa avevi senz’altro intuito attraverso i nostri post;eravamo contenti per te, ma ti dicevamo che qui non c’era proprio da stare allegri…ora si tratta, con pazienza, di rimettere insieme i
    cocci della nostra fiducia civica messa così a dura prova; io avrei tanto bisogno di qualcosa di nuovo; certe facce non le posso proprio più vedere, certe voci non le posso nemmeno più sentire e il pensiero che invece potrebbero esserci certi ritorni mi fa star proprio male…insomma vedo nero anch’io, ma comunque, prima di tutto, bentornata!
    un abbraccio
    luci

  11. tristantzara ha detto:

    Non ti preoccupare così tanto,arriverà il giorno in cui tutto finirà,e molto prima di quanto pensi.

  12. Soriana ha detto:

    Ringrazio tutti per i commenti di bentornata!
    In particolare Sabrina, che mi ha invitato proprio il giorno del mio rientro ad assistere a un bell’incontro qui a Bologna in cui lei e altre scrittrici hanno presentato i loro libri. Che naturalmente ho comprato e che leggerò con molto piacere, perché è stato stimolante sentire le autrici parlarne. E stare insieme a loro, in mezzo a un pubblico attento, ha fatto allontanare in parte le nubi che mi avevano oppresso al ritorno.
    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...