INTOLLERABILE!!!!

free-tibetin114xqjX_20080314tibet_14032008tibet1Intollerabile!
Avevamo ancora davanti agli occhi il colore del sangue dei monaci birmani ed ecco che altro sangue si aggiunge.
Intollerabile!
Oggi Lasha come ieri Rangoon. Le truppe cinesi hanno chiuso tre monasteri della città e diversi monaci sono stati arrestati. Questa mattina i notiziari parlano di almeno un centinaio di morti. La polizia cinese continua a sparare. Da Pechino arriva l’ultimatum al Tibet: arrendetevi se volete clemenza. Clemenza? E’ clemenza smettere di sparare sulla folla, impedire che neppure  la più piccola forma di libertà venga rispettata? Entro la mezzanotte di lunedì recita l’ultimatum, lanciato  dalle autorità cinesi preposte
all’ordine pubblico in Tibet, chi ha infranto la legge si consegni alle autorità. Sarà garantito un giudizio mite e clemente.
Intollerabile!
E, naturalmente, la televisione pubblica di Pechino, mandando in onda le immagini della rivolta (accuratamente selezionate…) addossa tutte le responsabilità ai sostenitori del Dalai Lama. Una voce fuoricampo dice:
Vi sono prove in abbondanza a conferma che si tratta di un piano organizzato e condotto dalla cricca del Dalai Lama. La popolazione del Tibet è furibonda e condanna con forza queste attività destinate comunque a fallire.

Intollerabile!
E intanto anche l’India non rimane a guardare. Il governo indiano ha represso una manifestazione di tibetani che si erano uniti contro le violenze cinesi nei confronti dei Monaci a Lhasa. “Nessuna attività politica anti-cinese sarà permessa ai rifugiati tibetani in India. Ogni attività che causi problemi all’ordine pubblico verrà bloccata in ottemperanza alle leggi vigenti
Intollerabile!
Naturalmente l’Unione Europea condanna ciò che sta accadendo in Tibet e
e chiede fortemente alla Cina che i diritti umani siano rispettati.

Naturalmente gli Stati Uniti, attraverso il portavoce della Casa Bianca Gordon Johndroe affermano che: la Cina deve rispettare la cultura tibetana e il carattere multietnico della sua società. Esprimiamo rammarico per le tensioni tra i gruppi etnici e Pechino.
Naturalmente.
Peccato che vi siano interessi commerciali fortissimi che legano l’Europa e gli Stati Uniti alla Cina e che queste condanne risuonino quindi come mere parole vuote di forza, perché in realtà manca la volontà di cambiare alcunché.

Peccato che agli atleti britannici che parteciperanno alle Olimpiadi di Pechino sia stata fatta firmare una dichiarazione con la quale si impegnano a non esprimere alcun dissenso verso il Paese che li ospiterà.
Intollerabile!
Peccato che gli Stati Uniti qualche giorno fa abbiano depennato la Cina dalla lista nera dei Paesi  che compiono maggiori violazioni dei diritti umani. E nello stesso rapporto che annuncia questa cancellazione si dice che: “La Cina soffoca qualunque tipo di libertà di espressione, nega ai suoi cittadini i più elementari diritti umani, censura internet, arresta i blogger, sorveglia i giornalisti stranieri, se è il caso li intimidisce“. Inoltre “stritola la libertà religiosa nel Tibet buddista e nello Xinjiang musulmano, spedisce chi protesta ai lavori forzati, tortura i prigionieri con i peggiori strumenti partoriti dalla crudeltà umana, strappa confessioni per delitti mai commessi, li condanna preferibilmente senza processo“. Ciò nonostante non è più nell’elenco dei cattivi.
Quale la motivazione di questa esclusione, quindi, se non una motivazione legata, ancora una volta, agli interessi commerciali che legano i due Paesi?
Intollerabile!

Ancora una volta mi chiedo, ci chiediamo: che fare? Cosa possiamo fare noi tutti che non abbiamo poteri decisionali, che siamo semplici cittadini senza
cariche istituzionali e politiche? L’unico potere che abbiamo è la parola, dato che, pur con i molti difetti che presenta il nostro Paese, la libertà di parola non è negata a nessuno.
Utilizziamo quindi questo potere, utilizziamo i nostri blog per discutere e segnalare le notizie che vengono dal Tibet, continuiamo a parlare di democrazia, di libertà, di diritti negati.
Ecco i link di alcuni blog e siti dove tutto questo si sta già facendo.

Associazione Italia-Tibet

Amnesty campagne Pechino 2008

Peacereporter

Letteratitudine
(qui, in seguito a un appello lanciato da Nina Maroccolo si è aperta una discussione nello spazio La camera accanto 2’: da seguire e commentare perché si possono trovare indicazioni per appelli e anche chi non ha spazio sulla rete può indicarli qualora ne venisse a conoscenza. Cosa che per altro vi invito a fare anche nel mio blog. )

Evento Unico

Spero che ce ne siano tanti altri che non conosco, spero che tanti altri se ne aggiungano. Invito chi mi legge e possiede uno spazio nella rete a seguire il loro esempio.
Perché, veramente, quello che sta succedendo è

Intollerabile!

(E’ vero…Molte altre cose che stanno accadendo nel mondo sono intollerabili…Ma tutte insieme non si possono affrontare…)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cronache infernali. Contrassegna il permalink.

19 risposte a INTOLLERABILE!!!!

  1. eventounico ha detto:

    Milvia…facciamo “rete”, stiamo uniti e rilanciamo il tema. Brava.

  2. lauraetlory ha detto:

    Io li ho guardati negli occhi[..] Io li ho guardati negli occhi i profughi tibetani in Tibet. Occhi spenti, occhi senza speranza. Credo occhi non diversi da quelli di qualsiasi popolo scacciato dalla propria terra, costretto alla diaspora e svilito da una propaganda ben orchestrata. Ie [..]

  3. cristinabove ha detto:

    brava Milvia, non dimentichiamo…facciamo rete, come dice evento…
    cri

  4. BarbaraProvenzi ha detto:

    Certo, molte cose nel mondo sono intollerabili, ma se nessuno fa niente…
    Parliamone, scriviamo! Sarà poco ma almeno è qualcosa.

    Barbara

  5. anonimo ha detto:

    parlarne sì, è importante, e non solo fra persone che la pensano allo stesso modo…
    invito comunque tutti a non andare in Cina, a non guardare le Olimpiadi, a non acquistare mercanzia cinese, anche se mi rendo conto dell’ “inutilità” di tutto ciò… non importa: si lancia comunque un piccolo messaggio, come lo si lancia ogni volta che nella nostra giornata mettiamo in pratica i nostri principi di rispetto per ogni forma di vita.
    manteniamoci vigili e sensibili.
    saluti a tutti. ondina

  6. Soriana ha detto:

    Facciamo rete, giustissimo, amici cari.
    Come scrive Ondina manteniamoci vigili e sensibili.
    Buona notte.
    Milvia

  7. accipicchia ha detto:

    Sì, intollerabile, inaccettabile, sconvolgente. Vergognoso. Da parte di quegli stati che potrebbero fare e non vogliono esporsi per non rinunciare ai propri interessi. Vergognoso riuscire a guardare ,senza scomporsi, le immagini di chi viene maltrattato, umiliato, privato della possibilità di esprimere liberamente le proprie opinioni e il proprio dissenso.
    Giustamente tu dici:” Ieri la Birmania, oggi il Tibet”. Io aggiungo:” E domani?”.
    Che tristezza! Piera

  8. Evaluna71 ha detto:

    mi unisco alla rete.
    qualcuno dice che le parole sono aria fritta, ma le parole hanno fatto sempre paura ai potenti.
    è l’unica nostra lama affilata, usiamola.
    buonanotte Milvia

  9. claudioarzani ha detto:

    Uscite letterarie (13/2008): informazioni da Infinitestorie.it, booktrailer in tour a Piacenza, “proposte parallele” dal web[..] . . . Per tutti . di Michael Ondaatje (Ed. Garzanti, trad. di Barbara Bagliano, pp. 284, euro 17,60) California del Nord, anni Settanta. Anna ha sedici anni e vive insieme alla sorella adottiva e al padre nella fattoria di Petaluma. Non ha mai [..]

  10. RenzoMontagnoli ha detto:

    Se lasciamo fare ai cinesi quello che vogliono si creerà un effetto domino e così si sentiranno in diritto di fare i loro porci comodi tutti i capi e capetti di questo nostro mondo.

  11. antanz1967 ha detto:

    cara milvia brava, ho scritto la mail al coni e sto scrivendo a tutti i miei contatti affinche’ facciamo lo stesso
    ciao

  12. Soriana ha detto:

    @Piera
    @Nat
    @Renzo
    @Antonella
    La vostra partecipazione mi emoziona. Grazie!

    @Claudio: grazie per la segnalazione e per aver ricordato nel tuo blog come si è comportato il nostro governo durante la visita del Dalai Lama in Italia. Vergognoso comportamento che ho ben presente.

    Milvia

  13. anonimo ha detto:

    ciao
    ti segnalo di aver fatto un link al tuo post
    e ti abbraccio
    alberto masala

  14. Soriana ha detto:

    Grazie, Alberto! Ricambio la segnalazione e l’abbraccio.
    Milvia

  15. anonimo ha detto:

    Cara Milvia,
    sei un tesoro! Ma debbo darti una notizia negativa, già presente in Letteratitudine… ed è questa:
    ***
    IL CONI CENSURA TUTTO. GLI APPELLI, I FIRMATARI, LE ADESIONI, TUTTO CIO’ CHE RIGUARDA PECHINO 2008!!!
    CENSURA, CANCELLAZIONE, PRIVAZIONE DI LIBERTA’ D’ESPRESSIONE.
    Questa è la realtà.
    Continuo a muovermi. Continuiamo a farlo, e grazie ancora a te e a tutte le creature che coltivano sogni per l’umanità.
    Tua, vostra
    Nina Maroccolo

  16. anonimo ha detto:

    sì, facciamo rete… come è stato detto, e chissà che la nostra voce non si allarghi.
    Grazie Milvia.
    FREE TIBET …..
    orsola

  17. Soriana ha detto:

    @Nina: sei encomiabile, forte, e grandissima!
    Un abbraccio
    @Orsola: Free Tibet sempre!
    Anche a te un abbraccio e grazie!

    Milvia

  18. orsola1947 ha detto:

    eccomi nuovamente con te per il Tibet Libero.
    Un inciso – perdonami se sono troppo cattiva – più di vent’anni fa in contemporanea si parlava di aborto e di trapianti. Identico referendum. La chiesa ufficiale durante le sante messe, esortava a firmare contro l’aborto, mai una parola pro-trapianto….evidentemente sono più importanti le vite che ancora non ci sono rispetto a quelle che esistono e come ora in Tibet vengono distrutte…un gioco che non mi piace e che non sottoscriverò mai.
    Ora e sempre dalla parte di chi lotta per la vita e per la libertà.
    Grazie anche oggi…. scusami se ho parlato troppo.
    Un abbraccio, sei meravigliosa.

  19. Soriana ha detto:

    @Orsola: non scusarti e continua a far sentire la tua voce. E grazie di tutto.
    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...