Letterina

busta_da_letteraCaro …
Beh, forse come inizio non va bene. Ma sa, è la prima volta che scrivo a una personalità così illustre quale è la sua,  e non so bene come io debba appellarla…Tutte quelle cose tipo Eminenza, Eccellenza…Ah, ecco, forse dovrei scrivere : Sua Santità… Mi sembra di aver sentito a volte questa formula…
Ma la mia vuol essere una letterina informale, oserei dire …amichevole.
Allora ricomincio:
Carissimo,
le scrivo (pur non avendo la tessera del suo club) per farle presente una cosa che sta avvenendo in questi giorni e che forse le è sfuggita. D’altra parte, capisco bene che con tutto quello di cui lei si deve occupare mica può arrivare dappertutto. Difendere come lei fa con strenuo vigore la vita degli spermatozoi e degli ovuli già dal loro primo appuntamento, fare ogni giorno la lista dei cattivi (tutti quegli omosessuali le cui pretese diventano sempre più assurde, famiglie che crescono senza aver avuto la benedizione del sacro vincolo matrimoniale, e tutti quelli che, meschinamente, non la pensano come lei…) credo che siano attività che  le occupino davvero tanto tempo. Per non parlare delle preghiere e dei colloqui quotidiani che lei certamente sosterrà con il suo Capo. E poi lei, mi consenta (un’espressione, questa, che forse non le dispiace) comincia già ad avere una certa età, e la memoria e l’attenzione è naturale che vengano minate dallo scorrere degli anni.
Ecco perché le vengo in soccorso io, che mica voglio ci faccia una figuraccia davanti a tutti…
Già le era capitato mesi fa, quando si è completamente scordato  della visita di quell’alta, e altra, autorità religiosa, sa, il Dalai Lama: ha presente? Certo che anche i suoi collaboratori, a non ricordarglielo…Insomma, non si è mica comportato tanto bene, sa, quella volta?
Allora, vengo al motivo della mia lettera: volevo solo avvertirla che in Tibet da alcuni giorni, sta succedendo un casino…Oh, mi scusi, modero immediatamente il linguaggio…In Tibet (ha presente, il Tibet?) l’esercito cinese sta massacrando, imprigionando, spingendo al suicidio i monaci buddisti.
Sono talmente certa che lei non ne sa niente che potrei metterci la mano sul fuoco (è sempre a  Verona il miglior centro Grandi ustionati?). Perché altrimenti, lei, che sopra ogni valore mette sempre e sempre e sempre il rispetto della vita sarebbe senza dubbio gia intervenuto gridando allo scandalo e avrebbe già scritto a lettere cubitali nell’elenco dei cattivi il Governo Cinese e tutti i suoi accoliti, complici, soci e compagnia bella.  
Quindi, eccomi qui,  a darle questa notizia. Sono sicurissima che, se non domani (le lascio il tempo per documentarsi), ma da giovedì in poi, la sua stentorea voce (sa, devo confessarle che mi fa un po’ paura, la sua voce, con quello strano accento che mi ricorda dei campi di triste memoria)  urlerà tutto il suo sdegno e la sua condanna.
Non si disturbi a mandarmi una mail di ringraziamento…L’ho solo informata perché, davvero, non vorrei che lei ci facesse ancora una figuraccia. Dopotutto molti, in giro per il mondo,  non so perché ma identificano il suo Stato con il mio…E quindi la figuraccia sarebbe anche mia…

In fede (anche se diversa dalla sua) 
M.

PRO TIBETdalailama

Radio Radicale e il Riformista
Siamo tutti Tibetani
Manifestazione per il Tibet: Roma, mercoledì 19 marzo, Campo de’ fiori, ore 16,30 – 21


Giuba47

Da Gian Paolo Serino
Davide Sapienza scrive
Scusate se mi permetto ma …credo sia necessario: servirà, non servirà? Non lo so.Vi chiedo di sottoscrivere l’appello al  Presidente del Comitato olimpico (Mr.Rogge) per chiedere di non far passare la fiaccola olimpica da Lhasa, capitale del Tibet. È un’iniziativa "di massa", da divulgare il più possibile.
Ecco dove collegarsi:
 http://actionnetwork.org/campaign/tibet_IOC

Nexus
Ci informa intorno alle manifestazioni di protesta in Italia:
MERCOLEDì, 19 MARZO

FIRENZE – ore 16:30 Campo de’ Fiori

GIOVEDI’, 20 MARZO

MILANO –  ore 16:30 Piazza della Scala

BOLOGNA – ore 18:30 Piazza del Nettuno

Una drammatica testimonianza

Beppe Iannozzi
(per chi volesse mettere nel proprio blog i banner pro Tibet trova qui il codice htlm)

Francesco Giubilei

Euro Parlamento
(per inviare la petizione che Nina Maraccolo –persona meravigliosa e instancabile – ha stilato e il cui testo che segue ho prelevato da:
Letteratitudine
Questo è l’appello:
PETIZIONE PER FERMARE LE STRAGI IN TIBET DA PARTE DELLA REPUBBLICA POPOLARE CINESE. FREE TIBET!
“Voglio e devo lanciare un appello sulla nuova ondata di violenza e uccisioni in Tibet. La questione asiatica sta diventando sempre più terribile. Non è bastata neanche la Birmania, che ha secoli di storia fatta di soprusi e crimini, quanto e più del Tibet.
In Tibet la strage continua, e i monaci eseguono atti di autolesionismo, cercano di suicidarsi. Per chi conosce il buddhismo tibetano, questo atto per un monaco è inamissibile. Comporta una deviazione dai precetti del Dharma. A Lhasa la polizia cinese ha caricato ucciso anche i civili. La polizia sta arginando i tre monasteri più grandi e importanti di questa regione tormentata.
Tra poco scade l’ultimatum.
Ho scritto al CONI, chiedendo agli atleti di boicottare Pechino 2008. La Federazione italiana sportiva “sembra” che CENSURI i messaggi e li elimini sistematicamente. Ma Pechino e le Olimpiadi vanno boicottate. La Cina va fermata, e non con le sanzioni che sono un semplice palliativo del tutto inesistente: inoltre, la superpotenza porta avanti – non solo moralmente – il genocidio nel Darfur vendendo armi ai miliziani sudanesi.
Chiedo aiuto al Parlamento Europeo.
Mi appello agli italiani, anch’essi richiamati ai doveri etici di semplici cittadini del mondo. Alle associazioni pacifiste ed organizzazioni pro-Tibet. Ai giornalisti, scrittori, intellettuali: la Cina va denunciata per crimini contro l’umanità. La richiesta è di fermare le stragi in corso e riconoscere ufficialmente la piena autonomia del Tibet.”
SEGUE FIRMA e INVIA

Mente Critica
ci invita a non acquistare i prodotti delle aziende che sponsorizzano le Olimpiadi di Pechino.
L’elenco delle aziende lo trovate qui:

Sponsor

L’amica Ondina, in un commento lasciato in questo post mi comunica che:
a Napoli ci sarà una manifestazione il 20 marzo alle 21, a via Crispi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cronache infernali. Contrassegna il permalink.

20 risposte a Letterina

  1. anonimo ha detto:

    ho inviato la petizione.
    a napoli ci sarà una manifestazione il 20 marzo alle 21, a via crispi.
    om mani padme hum

    ondina

  2. Soriana ha detto:

    @Ondina: Grazie! Aggiungo subito alle segnalazioni.
    Un abbraccio
    Milvia

  3. RenzoMontagnoli ha detto:

    Eppure, anche ieri ho notato nella gente disinteresse, o forse la chimarei rassegnazione, rassegnazione per il comportamento dei nostri politici, per la totale inutilità dell’ONU, per una chiesa cattolica che ha più della multinazionale che del centro spirituale.
    Oggi sono i cinesi a comportarsi così, ma se cediamo sempre e su tutto chiunque ambisca al potere potrà poi metterci sotto i suoi talloni.
    Reagire alla violenza cinese è anche salvare noi stessi.

  4. Soriana ha detto:

    @Renzo: è così, Renzo, purtroppo. Però le manifestazioni pro Tibet stanno aumentando…Dai, non abbandoniamo la speranza…
    Un abbraccio
    Milvia

  5. anonimo ha detto:

    CITTA’ DEL VATICANO – Papa Benedetto XVI ha espresso “tristezza e dolore di fronte alla sofferenza di tante persone” in Tibet ed ha auspicato che venga scelta la strada del dialogo. “Con la violenza i problemi si aggravano”, ha detto.

  6. RenzoMontagnoli ha detto:

    Incredibile!
    Pungolato dalla lettera di Milvia il papa parlò…

  7. BarbaraProvenzi ha detto:

    E’ vero, anch’io ho notato disinteresse nella gente con cui ho parlato (o se vogliamo essere più teneri chiamiamola rassegnazione…va bè).
    Il papa parlò? Finalmente si esprime! Ma cosa aspettava? Certo, con tutti gli impegni che ha è comprensibile. E poi il Tibet è tanto lontano, magari non lo sapeva. Per fortuna gli è arrivata la lettera di Milvia…
    Tutta questa storia è scandalosa! Mi sembra di combattere contro i mulini a vento. No, forse è peggio!
    Ma noi non ci arrendiamo!!!

    Barbara

  8. brugallantz ha detto:

    Molto bella la lettera. Purtroppo, quest’essere veramente poco spirituale che è il papa cattolico, avrà pensato: “fammi star zitto, che così li fanno fuori tutti e abbiamo una religione in meno…”
    Il nostro livello di evoluzione è ancora molto basso, a volte penso di rassegnarmi!

  9. anonimo ha detto:

    milvia, grazie per tutte le ricerche che fai e le informazioni che ci passi.
    il tuo lavoro è prezioso.
    baci
    ondina

  10. anonimo ha detto:

    Figliuoli, non fatevi i fatti miei, chè già io mi faccio i vostri.

  11. gattoquatto ha detto:

    intorno al pianeta Cina ed al pianeta India si gioca il futuro del pianeta terra: interessi colossali, con l’economia americana in caduta libera, l’Europa in paralisi di crescita, la Russia in competizione contro tutti, ed il Medio oriente sempre più incontrollabile. Dunque che volete che contino i diritti civili e religiosi dei monaci tibetani? meno di nulla, in questa “civiltà” dove va messa a tacere ogni voce di dissenso, ogni anelito al riscatto morale e spirituale di un’umanità ormai in coma profondo. Ma per fortuna c’è ancora gente che non si rassegna, perché sa bene che la rassegnazione è la vera morte della civiltà. Grazie.

  12. lauraetlory ha detto:

    La dignità dell’uomo, la libertà, il suo diritto all’esistenza non dovrebbero aver bisogno di paladini, non più. Di fronte a questa verità incontrovertibile il mio ottimismo vacilla. Ma una parte di me vuole ancora credere che ce la possiamo fare…
    Grazie Milvia. Per il tuo impegno, per la tua forza d’animo, per la tua lealtà verso gli esseri umani.
    Un abbraccio
    Lory

  13. glodalessandro ha detto:

    Io… non ho parole….
    solo tanta-tanta ammirazione per… “avvociare” la tua sintonia alla mia…
    GRANDEEEEEEEEE!!!!
    Glò

  14. Evaluna71 ha detto:

    Milvia hai saputo dar voce ai miei pensieri, non posso che unirmi a te ed alle tue parole.
    grazie!

  15. orsola1947 ha detto:

    Trovo che sia splendida.

  16. Soriana ha detto:

    Grazie a tutti! Grazie per gli apprezzamenti (che non credo di meritare), grazie per la condivisione.
    Un caloroso benvenuto a chi per la prima volta è venuto a visitare il mio blog.
    Continuiamo a far sentire la nostra voce.
    Un abbraccio.

    Milvia

  17. anonimo ha detto:

    milvia, nella “letterina” c’è una piccola cosa che non capisco, mi pare che non c’entri con l’argomento. E’ l’allusione all’accento tedesco del papa. Si sa, Benedetto è nato in Germania, ma questo mica è colpa sua, e non credo che sia il caso di aggiungerlo alla lista delle cose da rimproverargli, anche se l’accento tedesco ad alcuni provoca immediatamente delle orribili associazioni. Credo che sia opportuno mettere un freno a queste “libere associazioni”, e ognuno di noi ha le sue.
    L’equazione “tutti i tedeschi sono nazisti” non è diversa da “tutti gli islamici sono terroristi” o “tutti gli americani sono imperialisti”. Si fa di tutta l’erba un fascio…e si continua ad alimentare l’odio.
    Non ho capito nemmeno in tono di alcuni commenti di reazione alla notizia che il papa ha finalmente parlato. Ho avuto l’impressione che, invece di essere contenti della bella notizia, alcune persone preferiscano continuare a mugugnare. Non si tratta di dimenticare le tante nefandezze del Vaticano, ma di coltivare l’arte del discernimento: se qualcuno fa una cosa buona, anche se prima ne ha fatte mille cattive, mi sembra giusto dargliene merito.
    Scusa, scusate queste piccole osservazioni, e ditemi se non siete d’accordo.
    Ondina

  18. anonimo ha detto:

    Cara Milvia, tempo fa scrissi una poesia titolata “Fuggire” (22 gennaio 2008, che puoi rilrggere su poetare.it)
    Ora ti invio questa mia riflessione “Pro Tibet” :

    Confesso : quando scrissi “Fuggire”,
    verso la fine di gennaio,avevo tentato di esprimere,in poesia,sentimenti intimi del mio pensiero,ma non pensavo che sarei stato costretto,dai recenti avvenimenti in Tibet,ad estenderli,ora.
    Rileggendola oggi,dopo due mesi,mi sento di affermare che quei versi contenevano altre verità imolicite nei termini usati.
    “fuggire”,come azione di salvezza,essenza individuale delle nostre coscienze.Un orizzonte di fuga che potesse aprire vie di salvezza, ma non intese come “diserzioni”.
    Una conquista di spazi interiori ; una testimonianza di ribellione da questo mondo immondo; dalla necessità di giustizia mondiale.Intesa come il problema centrale dell’essere giusti tra le menzogne e le ipocrisie,del rispondere alle proprie coscienze.
    Noi dobbiamo sforzarci di essere i paladini della denuncia,di non allontanarci dall’esprimere con forza queste ingiustizie,questi oltraggi e quindi trovare la forza per identificarci con gli sconfitti,con gli oltraggiati e dare loro la nostra “parola”.
    Perchè,in questo caso,per gli scrittori e per i poeti : “la parola salva”.

    Gianni Langmann

  19. Soriana ha detto:

    @Ondina: Certo, non è colpa sua se il papa è nato in Germania, non è una colpa in assoluto per nessuno essere nato in Germania…Ci mancherebbe altro….Se ho fatto quell’allusione mi riferivo più che altro al tono, ma forse hai ragione tu, forse potevo fare a meno di cadere in questo luogo comune….
    Per quanto riguarda i commenti, cosa vuoi che ti dica…Forse se il papa fosse stato più tempestivo nell’intervenire quei commenti non ci sarebbero stati, anzi, non ci sarebbe stata neppure la mia letterina…E sarei stata ben felice di non scriverla, credimi….
    Ti abbraccio, Ondina, e credo proprio (spero) che ci vedremo presto..

    @Gianni: caro Gianni, mi piacerebbe molto pubblicare qui su Rossiorizzonti la tua poesia: mi farai questo regalo? Ne sarei onorata….Molto bella la tua riflessione. La fuga, quel tipo di fuga vista come conquista di libertà mi affascina molto. Grazie!

    Milvia

  20. anonimo ha detto:

    Grazie Milvia delle tue piacevoli parole.
    Sarei felice tu pubblicassi “Fuggire”;
    la trovi su “poetare.it”. Grazie.

    Gianni Langmann

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...