Il canto prigioniero

cardellinalutinocardellinalutino

Il canto prigioniero

Non si alza più libero il mio canto,
ma chiuso in una gabbia di cristallo
si strappa con il becco piume e carne
e note mute si impastano col sangue.
La frustrazione lo ha fatto prigioniero
quando si è accorto che la libertà
è solo un’illusione del pensiero.

Bologna, 24 febbraio 2008 ore 13,15

E, in piena contraddizione, quasi un ossimoro ecco:

Il mio canto libero

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in la mia scrivania. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Il canto prigioniero

  1. RenzoMontagnoli ha detto:

    Bella poesia e, purtroppo, veritiera.

  2. cristinabove ha detto:

    nella gabbia adiacente ci sto io…
    disperatamente insonne, desolatamente muta…
    ti abbraccio con le mie ali spennacchiate, carissima poeta triste.
    cri

  3. lauraetlory ha detto:

    E’ comunque un’illusione per la quale vale la pena combattere.
    Un sorriso per te.
    Lory

  4. ReAnto ha detto:

    Chi è quello nella gabbia?e a che specie appartiene?

  5. accipicchia ha detto:

    Cara Milvia, che bei versi, ma quanta amarezza! E non aiuta il pensare che questo stato d’animo è condiviso da tanti di noi, anzi…
    Un caro saluto. Piera

  6. glodalessandro ha detto:

    non so trovare UNA parola adatta a descrivere quanto m’è piaciuta. Grosso.

    Un abbraccio, le tue ali son di sostegno anche nell’illusione del pensiero dove la libertà sa manifestarsi.

    Glò

  7. Soriana ha detto:

    @Renzo: Grazie, Renzo! E pensa che l’avevo scritta in febbraio… Ora, a me sembra, è ancora peggio…

    @Cri: è successa una cosa stranissima, come puoi vedere (sempre che splinder non…modifichi ancora qualcosa…) L’immagine dell’uccellino in gabbia era sparita, l’ho ricaricata, e adesso, dopo ore, ci sono…due uccellini in gabbia! Quasi a voler confermare il tuo commento… Così, indubbiamente, il mio canto si sente meno solo…

    @Lory: hai perfettamente ragione, Lory cara. Forse ormai vale la pena di combattere solo per le illusioni…

    @Antonio: Se ti riferisci alla immagine, Antonio, credo che sia una cardellina, se ti riferisci al canto…è un povero canto ormai sfiatato, una specie invia d’estinzione.

    @Piera, Glo: Grazie! Anche le vostre ali sono forti…

    Renzo, Cri, Lory, Antonio, Piera, Glo: un abbraccio, e grazie, grazie per tutto quello che sapete darmi.

    Milvia

  8. BarbaraProvenzi ha detto:

    Condivido la tua amarezza Milvia. Però… anche quello che dice Lory “La libertà è un’illusione per la quale vale la pena di combattere”.
    Non saremmo qui altrimenti…
    Un abbraccio,

    Barbara

  9. cristinabove ha detto:

    Ed io che pensavo l’avessi messo apposta per farmi stare vicina a te!…
    Evidentemente il desiderio di entrambe è stato accolto in “alto loco” e così…
    ciao, tvb.
    cri

  10. ReAnto ha detto:

    Milvia, ricordati che sei un vulcano..grazie a te!

  11. Soriana ha detto:

    Grazie, Cri, grazie Barbara…

    @Antonio: non è che finirò con l’esplodere?

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...