In attesa della seconda parte di Cose di Fiera…

P1060618Come si dice dalle mie parti…mi ha preso una botta di sonno. E il post che avevo pensato di scrivere slitta di un giorno. E pure le risposte ai vostri (BELLISSIMI!!!!) commenti. 
Solo una "cosa" di fiera, quindi, ma bella, però…E poi una piccola fotogallery…
La bella signora che sta davanti al canonico leggio di Fahrenheit riservato ai poeti si chiama Daniela Gullotta. E’ una mia cara amica, viene da Napoli, è una divoratrice di libri ( proprio come Firmino , di cui vi parlerò domani) ed è la vincitrice assoluta del concorso di poesia dorsale indetto dalla Fiera del libro di Torino e lanciato da Fahrenheit.  Un concorso che si basa sulla ricerca giocosa di titoli di libri, che, messi insieme, creino una poesia.  Dorsale perchè i titoli sono pescati dai dorsi dei libri che stanno allineati nelle nostre librerie. Un concorso per malati di lettura, insomma, proprio come siamo Daniela e io e le centinaia di persone che hanno partecipato a questa simpatica gara.  Se siete curiosi di leggere la poesia di Daniela eccola qui sotto.

LA SPARIZIONE
di Daniela Gugliotta


Prima di sparire dal balcone del corpo,
mi chiedo quando ti mancherò.
Un giorno saprai come non ci si difende dai ricordi.
Un giorno saprai come sono andate le cose:
In una notte come questa sono diventata invisibile,
scomparsa nel nulla come in una stanza buia, come dentro la notte.

Libri utilizzati:
“La Sparizione” di Emilia Santoro (Manni)
“Prima di sparire” di Mauro Covacich (Einaudi)
“Dal Balcone del Corpo” di Antonella Anedda (Mondadori)
“Mi chiedo quando ti mancherò” di Amanda Davis (Terredimezzo)
“Un giorno saprai” di Jennifer Vanderbes (Mondadori)
“Come non ci si difende dai ricordi” di Nico Naldini (Cargo)
“Come sono andate le cose” di Fabio Carpi (Aragno)
“In una notte come questa” di Ellen Sussman (Sonzogno)
“Sono diventata invisibile” di Lucy Cavendish (Cairo)
“Scomparsa nel nulla” di Petra Hammesfahr (Tea)
“Come in una stanza buia” di Luigi Villa Freddi (Lampi di Stampa)
“Come dentro la notte” di Giacomo di Witzell (Manni)ù

Bella, vero?  Beh, io sono stata felicissima che abbia vinto Daniela…Sono stata proprio orgogliosa di lei. Fra l’altro Daniela insegna inglese in un istituto superiore, ma coinvolge sempre i suoi ragazzi in attività di lettura fuori dalla scuola, portandoli ad incontri con autori e ad altre manifestazioni letterarie. E sembra che gli studenti siano entusiasti. Ecco un modo intelligente per fare continuare ad amare la lettura anche dopo i quattordici anni, attraverso la conoscenza diretta degli autori.

E ora un po’ di foto.
P1060741

Dario Fo e Marino Sinibaldi nello spazio Rai della Fiera del libro di Torino venerdì 9 maggio 2008. Se dipendesse da me io darei il Nobel anche a Marino…

P1060831

Susanna Tartaro, Michele De Mieri, Rosa Polacco.Senza di loro come si potrebbe fare…Fahre?

P1060796(2)

Luca Damiani: dal lunedì al venerdì (ma in fiera anche sabato e domenica) alle 14 su Radio3 conduce il Terzo anello musica, proponendo suoni di ogni parte del mondo. E lì a Torino direi che ha superato se stesso…E poi è una persona gradevolissima.

P1060681

Flavio Soriga: un giovane ma già affermato autore.  Sardo, italiano, europeo, come amava definirsi  lo scrittore Sergio Atzeni.  Di lui ho letto Nero pioggia, che vi consiglio vivamente.  Ne sentii leggere un brano due anni fa da Lella Costa e me ne innamorai. E vi consiglio pure il suo ultimo: Sardinia blues, che comprerò prossimamente.

P1060952

Fabio Geda: Bravissimo autore (dovete assolutamente leggere il suo: Alla fine del viaggio ho sparato agli indiani), simpaticissimo, impegnato nel sociale, che volete di più?

P1060522

Ernesto Ferrero: sempre vestito da padre della sposa, sempre con la faccia da cagnone buono, ancora non ho deciso se mi sia simpatico o antipatico. Dipende dai momenti, miei e suoi, naturalmente…Ah, per chi non lo sapesse lui è uno dei due capoccia della fiera.

P1060669

e per finire questa è l’insegna di una pizzeria che è vicino all’albergo in cui alloggiavo: ma vi sembra che questo sia il nome da dare a una pizzeria?  Mah… sono strani certi pizzaioli torinesi….

Questa sera ho sentito che è cominciato il Giro d’Italia. Anzi, c’è già stata la quinta tappa…
Ora non lo seguo più, ma ricordo che quando ero piccola non ne perdevo un giorno.  Alla radio, che il televisore mica lo avevamo, e forse non c’era ancora. Ascoltavo la cronaca serale, verso le otto, più o meno, e il Giro sarà per me sempre legato al profumo delle zucchine che mia madre friggeva per cena, a quella certa luce  morbida che il sole morente faceva entrare dalle finestre e che ora mi sembra non ci sia più, al garrire (si dice così?) delle rondini che riempiva l’aria. E anche le rondini è un po’ che non le sento… Eh…signori miei, non ci sono più i Giri di una volta…
Ah, una cosa ancora. Io tenevo per
  Bartali     Buon ascolto!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dall italia e dal mondo, leggeri e pesanti pensieri. Contrassegna il permalink.

11 risposte a In attesa della seconda parte di Cose di Fiera…

  1. anonimo ha detto:

    Sì, Daniela è stata molto brava e la poesia è bellissima, ho avuto modo di dirglielo anche per e-mail. Ai microfoni poi mi è sembrata molto spigliata e per nulla imbarazzata. Mi associo ai complimenti di questo blog con un arrivederci in quel di Mantova.

  2. anonimo ha detto:

    ho dimenticato di firmarmi,
    rosy

  3. anonimo ha detto:

    Anch’io tenevo per Bartali! Insieme a tutte le mie amichette, per ragioni nelle quali lo sport c’entrava assai poco; era un modo per contrapporci ai fratelli delle mie amiche e ai maschietti, che tutti – non so perché – tenevano per Coppi.
    Aspetto curiosa il resto sulla Fiera di Torino.
    Grazie, Milvia.
    Mirella

  4. accipicchia ha detto:

    Perchè, Milvia, non una foto anche tua? Ci sarebbe stata proprio bene. Che piacere vedere la fotografia di Flavio Soriga! E’ un ragazzo di grande intelligenza, oltre che un bravo scrittore. Aspetto il diario di bordo della seconda giornata a Torino con molta curiosità. A presto. Piera

  5. biancabalena ha detto:

    Davvero bella la poesia. Mi chiedo: ma si poteva aggiungere qualcosa ai dorsali (che so, titoli o preposizioni) o proprio nulla? Son curiosa.

    sabrina

  6. Soriana ha detto:

    @Rosy:Ciao, Rosy! Ci sei mancata, a Torino! Proprio vero: Daniela è stata spigliatissima, roba da rubare il mestiere a Marino…

    @Mirella: Anche tu tifosa di Bartali? Evviva!

    @Piera: Una mia foto? oh, noooo! Avrebbe rovinato il post….
    Mi fa piacere che anche tu apprezzi Flavio Soriga…

    @Sabrina: Non si poteva aggiungere nulla, stava proprio qui la difficoltà…
    Se vuoi avere maggiori ragguagli guarda in http://www.poesiadorsale.it
    Ti ringrazio dell’apprezzamento a nome di Daniela.

    Milvia

  7. ReAnto ha detto:

    Brava come al solito!
    Finalmente i volti alle voci di Radio 3

  8. cochina63 ha detto:

    bella la poesia! e sempre brava anche tu!

  9. BarbaraProvenzi ha detto:

    Brava Milvia, mi sembra di rivivere l’atmosfera…

  10. sportelloutenti ha detto:

    Ciao Milvia
    presa dalla curiosità sono andata a cercare su paginebianche dove si trova questa pizzeria e ho trovato questo:

    Jelassi Mohamed Hamida Pizzeria Ritorno Savoia

    non mi sembra molto torinese questo pizzaiolo. 🙂

    Bel resoconto del Salone sembra quasi di esserci stata anche io

    Elisa

  11. Soriana ha detto:

    Grazie a tutti!
    @Elisa: proprio bizzarra, questa cosa!

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...