Non sarete mica imperturbabili?

imageswinniethepoohxp2

Due domandine facili facili… Perché a volte bisogna anche essere leggeri…se si vuole sopravvivere…

Allora, ecco la prima domandina:

Cosa è che vi fa veramente…incazzare (permettetemi questo termine, ma se preferite sostituitelo con un più elegante inalberare….che rende meno, però…)? Non mi riferisco a quando vi viene la pelle d’oca, la nausea, la voglia di emigrare in un altro pianeta, dopo aver sentito le parole dei politici, o aver letto i quotidiani…
O.
O.
O. 
No, vorrei sapere quali sono le cose che vi fanno arrabbiare fra le  piccole, banali, vicende quotidiane…. Quelle che a volte scatenano il nostro istinto omicida, subito, per fortuna, represso.  Tanto, sono sicura che ce ne stanno, di ‘ste cose…

Seconda domandina:

e quali piccole, piccolissime, casuali  cose, al contrario,  vi mettono di buon umore,  vi illuminano una giornata, vi portano gli angoli delle labbra all’insù?  Sono sicura che anche di queste cose ce ne stanno.
Magari meno, ma ce ne stanno.

Vogliamo fissare un numero? Diciamo…cinque?
Ecco: mi aspetto dunque un elenchetto di cinque cose….grrrrrr e di cinque cose… ooohhhh.
Se non ci sarà nessuna risposta, sarò costretta a pensare che siete imperturbabili alle piccole cose…
Mo’ vi aspetto. Eh…eh…

Già, dimenticavo la colonna sonora…
Allora, visto che luglio incombe su di noi con tutto il suo splendore, che ne direste di recarci

Tutti al mare?

e per chi non ama il mare, c’è sempre un’alternativa: ci sono le
Montagne verdi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in leggeri e pesanti pensieri. Contrassegna il permalink.

27 risposte a Non sarete mica imperturbabili?

  1. BarbaraProvenzi ha detto:

    Imperturbabile non sono…anche se in alcune occasioni vorrei esserlo. Così sul momento, senza stare a pensarci troppo ecco la mia lista.

    Cose grrrrrr:
    1. arroganza (in generale, non salvo nessuno)
    2. chi non rispetta la fila (mi inalbero, davvero!)
    3. chi suona il clacson ai semafori dopo solo un secondo che è scattato il verde (l’istinto è di rimanere ferma invece che di mettere in moto…)
    4. chi parla a voce troppo alta al telefonino (facendo sentire a tutti i fatti suoi!)
    5. chi arriva in ritardo (sempre e comunque e ha sempre una scusa pronta)

    Cose ohhhhh:
    1. una telefonata (o e-mail, o messaggio, o letterina) non aspettata (da chi dico io però…)
    2. trovare un libro fuori stampa che cercavo da tempo in una piccola libreria di libri usati (caccia al tesoro!)
    3. guardarmi allo specchio e piacermi (invece di litigarci e arrabbiarmi)
    4. girare per librerie tutto il giorno (sarò fissata…)
    5. dormire la mattina quando fuori piove (e tutti gli altri sono costretti a uscire ma tu no!)

    Pensandoci un attimo… me ne verrebbero molte altre; ma il limite è cinque, vero…

  2. cristinabove ha detto:

    Cara Milvia, penso che sia difficile scegliere solo cinque risposte, ma ci proverò.

    Grrrr
    1 – la violenza in ogni sua forma
    2- l’ipocrisia e il pietismo
    3- l’arroganza dei politici e dei burocrati
    4 – l’indifferenza al dolore del mondo e dei singoli
    5 – l’invidia per il successo altrui

    Ohhh
    1 – un abbraccio improvviso da chi ti ama
    2 – il sorriso dei miei nipotini
    3 – essere perdonata di un errore commesso
    4 – la gentilezza di chi svolge servizi pubblici
    5 – un’opera venuta bene

  3. cristinabove ha detto:

    ps- mi sono resa conto di non essere stata attenta al tema “piccole cose” quotidiane. Me ne scuso, chissà, forse dei rubinetti che perdono o di chi sbatte le porte, non mi importa poi tanto…

  4. stefanomina ha detto:

    Grrr
    -il sorriso mellifluo dei ruffiani
    -l’arroganza in ogni sua forma ma…quella di certi automobilisti: grrr!!!
    -chi usa spesso il machecazzotenefrega
    -chi cambia voce al telefono in base a chi c’è dall’altra parte
    – chi dice; “non sono razzista ma…”

    ohhh
    – la gentilezza gratuita
    – l’abbraccio di un amico
    – la fresca intelligenza di quei giovani che non appartengono alla categoria “dei giovani”
    – la generosità non ridondante
    -l’ironia della mia famiglia e di altri animali (parafrasando G.Durell)

    Come dice cristina, forse anche io sono andato fuori tema anche se credo che grandi e piccole cose alla fine si equivalgano dal momento che ci emozionano; la gentilezza a volte si presenta con piccoli gesti ma è immensa nella sua irradiazione
    stefano

  5. stefanomina ha detto:

    grrr a chi non saluta , ciao milvia

  6. RenzoMontagnoli ha detto:

    Comunicato del 2 luglio 2008[..] Vi segnalo prima di tutto l’aggiornamento di , effettuato un po’ in anticipo per motivi tecnici. A volte mi stupisco della fertilità di Rino Armato, ma poi convengo che la storia offre tante opportunità che lui però s [..]

  7. enricogreg ha detto:

    mi fa incazzare: chi si approfitta di anziani e bambini

    mi mette di buon umore: l’asfaltatore che spiaccica chi si approfitta di anziani e bambini

  8. bagar ha detto:

    Dunque dunque, mi fa fare grrrrr
    1. aprire l’acqua calda e trovarla solo fredda perché lo scaldabagno non funziona;
    2. ricevere telefonate da chi vuole vendermi qualunque cosa, da un abbonamento telefonico alle macchinette del caffè.
    3. il letto non rifatto.
    4. quando il mio amato moroso mi fa ripetere le cose 100 volte perché non mi ascolta.
    5. non sapere cosa indossare.

    Mi fa fare oooooohh:

    1. il mio amato moroso in tutte le sue forme, parole, omissioni
    2. leggere un buon libro.
    3. trovare la frase giusta mentre scrivo.
    4. ascoltare una risata
    5. prendere il sole

  9. bagar ha detto:

    ps: delizioso giochino. L’ho segnalato anche sul mio blog. Grazie per l’ospitalità, Milvia.

  10. riri52 ha detto:

    Tanto per non scoprirsi.
    Non sopporto:
    1) chi taglia il prato alle due di pomeriggio in estate
    2)Chi ti passa davanti in fila e ti guarda come tu fossi invisibile
    3)quando la commessa ti vuole vendere un abito di due taglie più piccole dicendo che ti sta benissimo
    4)la collega che prima dice ok poi fa quello che le pare
    5) aspettare chi è in ritardo.
    Mi piace:
    1)il sorriso della cassiera alle tre di un sabato pomeriggio all’Iper
    2)il nuovo vicino di casa che mette le tue stesse piante per essere simmetrico
    3)la mia gatta che viene a fare un giretto con me
    4)la gelataia che mi mette più panna sul gelato
    5) ascoltare un vecchia canzone e piangere senza un motivo.
    Se volevi ghiaccio e selz oppure il caffè sotto il gazebo, ci sono anche quelli che mi paicciono molto. Ciao Rita

  11. puntogea ha detto:

    grrrr

    1) la lagna
    2) gli anziani che odiano i bambini e i cani
    3) i bambini che scherniscono gli anziani e maltrattano i cani
    4) i suv alti due metri con scappamento ad altezza bambini anziani e cani
    5) gli stronzi che sono riusciti a rendere tali anche i loro poveri cani, i loro bambini, e sono figli di anziani stronzi.

    ooooh

    1) lo sguardo furbetto e timido di certi bambini
    2) il sorriso sereno di certi anziani
    3) la faccia perplessa di certi cani
    4) le vecchie macchine scassate piene di peli di cani e giocattoli
    5) quelli che ridono con gli occhi insieme ai loro figli nonni e cani.

  12. stefanomina ha detto:

    Scusa gea, non per essere indiscreto, non è che ti piacciono i cani?

  13. puntogea ha detto:

    anche i gatti..

  14. antanz1967 ha detto:

    le cinque cose che mi fanno incazzare:
    1)chi sorpassa a destra e magari ti suona pure
    2) trovare il tubetto del dentifricio spremuuto al centro
    3) la piaggeria di certi giornalisti verso la chiesa e i preti in genere
    4) accorgermi di aver finito il caffé la domenica mattina
    5) tutte le grandi ingiustizie in genere ma soprattutto quelli che dicono così va il mondo
    Cinque cose che mi fanno dire oh:
    1) trovare un amico su msn
    2) vedere sorridere un bambino
    3) il cornetto con la nutella mattina
    4) certe espressioni buffe di mia madre
    5) passare davanti al chiosco di un fioraio ed immergermi nei colori e nei profumi
    ciao Milvia

  15. Annalisa55 ha detto:

    Scritte senza leggere prima (leggo dopo aver postato, pernon farmi influenzare):
    Le cose piccole che mi fanno arrabbiare:
    1)Vedere disfare quello che ho appena fatto (tipo una maglietta stirata)
    2)Chiedere dieci volte una cosa semplice (per favore preparate la tavola)
    3)Vedere una soluzione lineare e scoprire che qualcuno non vuole vederla
    4)Essere disturbata quando leggo o dormo
    5)Il ronzio delle zanzare
    Le cose piccole che mi fanno star bene:
    1)Un messaggio o una mail da un amico
    2)Scrivere una storia che mi piace
    3)Un abbraccio o un sorriso
    4)Poter mangiare mezzo chilo di gelato senza pensieri
    5)Uscire la sera quando non me lo aspetto

  16. Annalisa55 ha detto:

    Cinque e cinque[..] Fate un giro qui per elencare le cinque piccole cose che vi fanno arrabbiare e le cinque piccole cose che vi fanno star bene . Poi leggete quelle degli altri. Poi fate un bel giro sul blog di Milvia, che ne vale la pena. [..]

  17. Soriana ha detto:

    Grazie, carissimi …perturbabili, per aver partecipato con entusiasmo al mio giochino…
    Prima di…commentare i commenti, mi pare sia d’obbligo che anch’ io indichi le cinque cosucce che…e le altre cinque cosucce che… Che perturbabile pure io, sono…

    Allora , per le cosucce grrrrrrrr:

    1)I ragazzini, ragazzine, ragazzi, ragazze che in autobus si precipitano a occupare tutti i posti a sedere, fregandosene di anziani, donne incinta e passeggeri con problemi fisici.
    2) chi mi spruzza quando al mare sono lì lì per buttarmi in acqua, ma ancora non sono convinta (per me l’acqua è sempre un po’ freddina…)
    3)chi, in treno, a teatro, al cinema, ai concerti, non spegne il cellulare o non elimina la suoneria
    4)quando viene soppressa la puntata di Un posto al sole (confesso: ho questa imperdonabile debolezza) per far spazio a una partita di calcio
    5) quello del piano di sopra, che credo possegga un tubo che lo collega alle cascate del Niagara, perché quando innaffia le piante nel mio terrazzo viene l’acqua alta peggio che a Venezia.

    Per le cosucce ooohhhh:
    1)un gatto steso al sole (purchè non sia morto…)
    2)un amico che mi invia la poesia della buonanotte
    3)un campo di girasoli
    4)un bimbo che mi sorride e mi fa ciao dal passeggino, pur non conoscendomi.
    5) beh, questa sera…questa sera la liberazione di Ingrid Betancourt!!!!!!

    Naturalmente ci sarebbero molte altre cose, ma il limite l’ho fissato proprio io…per cui…
    Ma in molte che voi avete elencato mi ci sono ritrovata.
    Mi ha fatto sorridere Cristina: anche se non fosse stato firmato, il tuo commento lo avrei riconosciuto… Irriducibile, pasionaria Cri…

    Mi sarei ritrovata anche con Barbara (Provenzi) quando dice dei clacson e dei semafori.

    Con Cri per il sorriso dei nipotini

    Con Barbara (Bagar) per il grrrr e l’ohhhh che il moroso le ispira

    Con Rita sulla collega, la gatta, e il gazebo

    Con Antonella per il sorpasso a destra

    Solo che:
    1)Non posseggo auto.

    2)Non ho (per ora) nemmeno un nipotino in fotografia…

    3)Non ho (forse per sempre) nessun moroso

    4)Non ho colleghe (che mica poi mi dispiace), né gatte (e questo mi dispiace molto, ma ci sono cause di forza maggiore) né gazebo (che sì, mi piacerebbe…)

    5)vedi n.1

    Per tutte le altre cose…siete come me, o io sono come voi, non so. Compreso la cosuccia sull’asfaltatore…

    Ringrazio Renzo, Barbara e Annalisa per la segnalazione.
    A Enrico, Barbara e Gea: Ben approdati in Rossiorizzonti…se ripassate di qui per me sarà un piacere.

    Ciao a tutti!

    Milvia

  18. Soriana ha detto:

    @Gea: Grazie anche a te, per la segnalazione!

    Milvia

  19. anonimo ha detto:

    In ritardo, come sempre:

    GRRR a
    1) i maschi, che per il fatto di essere tali si ritengono superiori alle donne;
    2) le donne che ostentano il femminismo come un fiore all’occhiello anche se tutto quello che ne sanno l’hanno letto dal parrucchiere su Novella 2000;
    3) i prepotenti, i prevaricatori, i violenti;

    4) le manifestazioni di stupidità e ignoranza, soprattutto da parte dei nostri parlamentari che paghiamo profumatamente col nostro denaro;
    5) trovare l’ascensore occupato quando sono in ritardo (quasi sempre).

    ooohhh:
    1) i bambini
    2) conversare coi bambini:
    – Luca (3 anni):dormono anche le margherite? e cosa sognano?
    – Carlo (3 anni alla sorella che fa i capricci): fai meglio a smettere, altrimenti viene il vigile che ti fà la multa con la siringa;
    – Carlo (7anni): Sai, il babbo di Fabio di lavoro fa il motociclista.
    – ?????
    – Ha un sacco di moscerini spiaccicati sui denti.

    3) il profumo fresco dell’erba tagliata
    4) il silenzio del mare
    5) un buon libro, un bel film, della buona musica.

    Ciao, Milvia
    Mirella

  20. lauraetlory ha detto:

    Ok, post estivo[..] http://rossiorizzonti.splinder.com/post/17670085/Non+sarete+mica+imperturbabili Milvia lancia la sfida e io rispondo, poi magari si accoda anche Lory. Le cose che mi fanno fare grrrrr: 1) la maleducazione stradale (smart, suv, moto e scooters) 2) la ma [..]

  21. hiperion ha detto:

    Cosa mi fa in….alberare, andando in bestia?
    1) I rinfreschi, prima, durante e dopo un evento culturale, pubblicizzati tipo: sapori, arte e cultura dei nostri formaggi
    2) Arte e cultura degli spaghetti
    3) Arte e cultura delle zucchine
    4) Arte e cultura del culatello
    5) Le “notti bianche”.
    I nostri intellettuali sagaioli ne sono estasiati

    Cosa mi mette di buon umore?
    1) In questa stagione, il canto delle cicale, a mezzogiorno e dei grilli a mezzanotte.
    E basta!

    Ciao

  22. anonimo ha detto:

    posso aggiungere:mi manda in bestia chi insegna come deve essere
    vissuta la vita.
    mi rende felice un breve ms inatteso.
    parlare liberamente come in un recinto”libero” Sonia

  23. southwest ha detto:

    GRRRRRR
    1) Il “mi cantino” della Gibson che si rompe mentre stai provando (e tu, ovviamente, non ne hai uno di ricambio)
    2) I batteristi che non vanno a tempo (e sapeste quanti ce ne sono…)
    3) Quando vai a comprare il giornale e hanno appena dato via l’ultima copia
    4) Il lettore CD che si impalla e ripete ab libitum 3 secondi di brano
    Ma soprattutto
    5) quando sei quasi certo di esserti dimenticato la porta di casa (o del lavoro, non importa) aperta… ti dici “ma no, è impossibile”, e intanto metti in moto la macchina e ti avvi per la tua strada, ma quel pensiero continua a trapanarti dentro e la quasi certezza si fa certezza, finchè ad un certo punto non resisti più, fai un inversione ad U rischiando un incidente, ritorni verso casa rischiando una multa per eccesso di velocità, parcheggi in doppia fila rischiando il linciaggio dai passeggeri dell’autobus che hai appena bloccato, sali gli scalini a quattro a quattro rischiando le caviglie, arrivi alla porta ed (ovviamente) è CHIUSA.
    AAAAAAAARGHHH!!!!!

    OOOOHHH
    1) Un pezzo dei Radiohead appena sveglio
    2) Lavorare da solo in negozio
    3) Mia moglie che mi dorme accanto sul divano ( e io che le accarezzo i capelli)
    4) Un giro di accordi particolarmente indovinato
    5) I commenti sul blog

  24. accipicchia ha detto:

    Dunque, vediamo un po’. Credo, prima di tutto, le imposizioni, proprio non le sopporto; poi l’ambiguità, perchè non puoi difenderti con civiltà ed esporre con chiarezza le tue opinioni; mi indispone moltissimo la presunzione, l’eccesso di autostima; e ancora, la mancanza di rispetto (in tutte le sue forme) verso le persone, prima di tutto, ma anche nei confronti degli animali e dell’ambiente; infine, ma credo che rientri nella precedente, e anche se elencata per ultima, non è sicuramente meno importante, la solidarietà, la condivisione.

    Ed ora, le cinque cose che mi piacciono tanto. Prima di tutto quella parola, quel gesto, quello sguardo o quel sorriso che arrivano esattamente al momento giusto, in quell’istante che mi sembra perfetto;la seconda cosa è la stima che ti dimostra qualcuno che tu apprezzi moltissimo; mi piacciono molto i libri che catturano la mia attenzione in modo così totale da dimenticare qualsiasi altro bisogno primario; hanno per me un valore inestimabile gli incontri con persone che sanno essere coerenti nella quotidianità e non soltanto a livello teorico; infine, è per me estremamente gratificante immergermi nella natura, in qualsiasi ambiente naturale, senza escluderne nessuno.
    Grazie per questa che tu chiami proposta “leggera”, ma, in fondo, è qualcosa che richiede invece una certa riflessione. Un abbraccio. Piera

  25. Soriana ha detto:

    Beh, sono proprio contenta che abbiate voluto giocare in tanti…Francamente mi sono divertita un sacco a leggere i vostri commenti. Come non sorridere ai Carlo e Luca di Mirella, e alle sagre culturalcibarie di Hiperion…E molta tenerezza, poi, per il punto 3 (fra gli ohhhooo) di Southwest…
    Allora: grazie a tutti per avermi fatto sorridere, intenerire, riflettere.
    Grazie e benvenuti alle…new entry, grazie a tutti coloro che hanno segnalato questo giochino.
    E, naturalmente, buona fine settimana!

    Milvia

  26. 2amiche ha detto:

    fuori tempo massimo ma ne indico solo due
    non sopporto la banalità in ogni sua forma dice bene iannacci l’importante è esagerare sia nel bene che nel male
    mi fa star bene la solitudine cercata

  27. Soriana ha detto:

    @Dueamiche: Benvenuta (o…benvenute?)!
    “La solitudine cercata”: molto bella questa espressione, la capisco proprio bene…
    Un abbraccio
    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...