Percorsi nel (del) Tempo

duomo[1]

Duomo di Orvieto (XIII secolo)

Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono
:
Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono
di quei sospiri ond’io nudriva ‘l core
in sul mio primo giovenile errore
quand’era in parte altr’uom da quel ch’i’ sono,
del vario stile in ch’io piango e ragiono
fra le vane speranze e ‘l van dolore,
ove sia chi per prova intenda amore,
spero trovar pietà, nonché perdono.
Ma ben veggio or sì come al popol tutto
favola fui gran tempo, onde sovente
di me medesmo meco mi vergogno;
e del mio vaneggiar vergogna è ‘l frutto,
e ‘l pentersi, e ‘l conoscer chiaramente
che quanto piace al mondo è breve sogno.

(Francesco Petrarca)

S’i’ fosse fuoco, arderei ‘l mondo;

s’i’ fosse vento, lo tempestarei,

s’i’ fosse acqua, i’ l’annegherei;

s’i’ fosse Dio, mandereil’ en profondo;

s’i’ fosse papa, allor serei giocondo,

che tutti cristiani imbrigarei;

s’i’ fosse ‘mperator, ben lo farei;

a tutti taglierei lo capo a tondo.

S’i’ fosse morte, andarei a mi’ padre;

s’i’ fosse vita, non starei con lui;

similmente faria da mi’ madre.

S’i’ fosse Cecco com’i’ sono e fui,

torrei le donne giovani e leggiadre:

le zoppe e vecchie lasserei altrui.

(Cecco Angiolieri)

Iscinta e scalza, con le trezze avvolte

Iscinta e scalza, con le trezze avvolte,
e d’uno scoglio in altro trapassando,
conche marine da quelli spiccando,
giva la donna mia con le altre molte.

E l’onde, quasi in sé tutte raccolte,
con picciol moto i bianchi piè bagnando,
innanzi si spingevan mormorando
e ritraènsi iterando le volte.

E se tal volta, forse di bagnarsi
temendo, i vestimenti in su tirava,
sì ch’io vedeo più della gamba schiuso,

oh, quali avria veduto allora farsi,
chi rimirato avesse dov’io stava,
gli occhi mia vaghi di mirar più suso!

(Giovanni Boccaccio)

chiesaaut

Chiesa di S.Giovanni Battista o "Chiesa dell’Autostrada del Sole", Firenze (1960-1963), Architetto: Giovanni Michelucci

Beograd

Lucciole danzano
sulle stanche strade
le labbra orlate
di fuoco acceso domani
vibrano lungo le giravolte
mescolano ogni tipo di foglie
salgono di nuovo all’erta
la faccia fra l’erba
le bombe nella testa
non esiste più nessuno
sospinto fino al centro
ho i minuti contati

(Franco Alvisi: Primavera Bizantina- Giulio Perrone Editore 2005)

Un avamposto di pietra
m’era cresciuto nel petto come
dolore di un altro che s’infila
e forma uncino e piccagli.
Io non so cosa sia questa
di colpo nostalgia
questo pezzo mancante
che mi reclama a sé
da un umano piangere per niente
e non avere dove
posare il capo.

(Mariangela Gualtieri: Senza polvere senza peso- Giulio Einaudi Editore 2006)

Da una pagina di Bereshit Rabba

Il chiasso di tre cose
va per il mondo per oceani, nevi,
rette di siccità e risaie:
e nessuna membrana dell’udito
lo cattura, il chiasso di tre cose.
Il chiasso del sole che va per il cielo,
il chiasso della pioggia
quando il vento la stacca dalle nuvole
e il chiasso dell’anima
da un corpo che la sputa.

Erri De Luca: Opera sull’acqua e altre poesie Giulio Einaudi Editore 2002

Ieri

Oggi (o quasi)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Percorsi nel (del) Tempo

  1. giadanila ha detto:

    Quante belle cose sai regalarci.
    Anche ritornare su cose che avevamo dimenticato ha un sapore tutto speciale.
    Grazie

  2. anonimo ha detto:

    E’ una pagina che rimane impressa per coerenza e coesione tra immagine e testi scelti ad hoc e poi…quel chiasso dell’anima quando si sputa è uno schianto!Quanto si può far intendere con la parola !
    Grazie Milvia!
    Tinti

  3. Soriana ha detto:

    Grazie, Giadanila, Grazie Tinti!
    @Tinti: Erri de Luca è in Grande!!!!

    Buona fine settimana

    Milvia

  4. Soriana ha detto:

    UN grande, volevo scrivere….

    Milvia

  5. glodalessandro ha detto:

    … stasera mi sento molto…. CECCO, ma poco (ang…)

    Un abbraccio,
    Glò

  6. Soriana ha detto:

    E perchè mai, Glo’? Non ti senti per nulla angelo? Beh, ogni tanto va bene…
    Ciao, un bacione.

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...