Per oggi, solo 'sta robetta qui

P1080097(Festivaletteratura 2008: Flavio Soriga e Lella Costa)

Ecco, qualcuno di voi si sarà aspettato che io, non appena rientrata, scrivessi un post sull’evento mantovano. E invece niente. Ho impegni che si accavallano, in questi giorni. Domani, domani scriverò qualcosa, croce sul cuore.
Per ora lascio qui ‘sta robetta.  Robetta, proprio, come potrete ben capire leggendo.
Tutto è nato dal fatto che nella prima serata del… dopo Festival, un simpatico appuntamento seminotturno con i supermagnifici Flavio Sorega e Lella Costa, la siura Lella si è rivolta al pubblico presente, invitandolo, per la serata successiva, a lasciare sul tavolo qualcosa di scritto intorno al Festival.
E io ho peccato.
Ho scritto, sì.
E poi ho lasciato il mio foglio  A4 sul tavolo, sì.
E poi la Lella mi ha letto, sì.
Probabilmente si è cimentata nella lettura del testo più brutto che le sia mai capitato nella sua carriera, sì.
Anche se il pubblico, e pure lei, la Lella, sembrano aver apprezzato.
Perché a Mantova è così: siamo tutti buoni, generosi, conviviali ecc.ecc. Sì, siamo così, noi popolo del Festival.
Quindi, perdonatemi, o voi che leggete, ma per oggi è questo che vi tocca.

Micro stupi-diario  mantovano con rime sparse ed altre… scomparse.

E dopo le poesie di Ragazzoni
ecco la Lella che canta le canzoni
con Flavio che sembra un poco intimidito,
ma poi si lancia: successo garantito!

Pare che oggi arrivi la Merini
a mezzogiorno in punto, al Diocesano,
e se la poesia salva la vita
io sarò là, per averla infinita.

Alle 15, poi, di ogni giornata,
in Piazza di Concordia c’è Marino,
il marinaio Sinbad della radio,
che veleggia fra ospiti importanti,
superando gli scogli più ingombranti.

Proseguon le giornate mantovane
fra cose serie e alcune divertenti.
Su strade e piazze aleggia la cultura,
alla faccia di chi, ignobilmente,
ci vuole far morire di paura.

Resistere resistere resistere:
al degrado mentale, a chi il pensiero
vuole fare sparire. Non bisogna fuggire,
ma restare e, coraggiosamente,
continuare.

Milvia (Mantova 5 settembre 2008)

E in contrapposizione
ecco questa canzone:
 ascoltata per caso dalla radio locale
perché non ho avuto pazienza
di cercar di Radio3 la frequenza,
soffocata com’era fra Radio Radicale
e la lega lumbarda e nazionale.

(e con questo dichiaro chiusa la mia seppur modesta carriera poetica…)

PER CHI

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in festival e fiere, robette. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Per oggi, solo 'sta robetta qui

  1. cristinabove ha detto:

    Fortissima Milvia!
    ma guai a te se chiudi la tua “carriera poetica”…
    un abbraccio

  2. RenzoMontagnoli ha detto:

    Comunicato del 10 settembre 2008[..] Continua ; partecipate, fermate su un foglio stampato le vostre emozioni, rivedetele, riavvertitele insieme a quelle degli altri. Su Letteratitudine [..]

  3. cochina63 ha detto:

    che divertenti! Un bacio.

  4. anonimo ha detto:

    grande!!!!!!!!!!!!!!
    patrizius

  5. Soriana ha detto:

    Ehi, grazie a tutti!!!!!!

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...