Liberiamo i libri!!!

Locandina BookcrossingRientro questa sera nella mia casetta virtuale, per postare un evento che mi sembra molto bello, importane e utile.
Leggetelo! A me piacerebbe esserci, ma il 20 settembre sarò a Roma…
E ora, ritorno a riposare…

Sabato 20 settembre 2008, nello scenario di piazza Cavour e del Centro Storico di Vercelli, avrà luogo la quarta edizione del BOOKCROSSING PIU’ GRANDE DEL MONDO, organizzata dall’Associazione CRA (Comunicazione Ricerca Ambiente),  in collaborazione  con Presidi del Libro, Edizioni Mercurio e Radio City, e patrocinata, come sempre, dal Comune di Vercelli (Assessorato alle Cultura) e dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Vercelli. Dopo il successo delle precedenti edizioni, a grande richiesta torna il gioco letterario che ha mobilitato una città intera e che, da almeno due edizioni, ha cominciato a richiamare pubblico dalle vicine province, e non solo. Insomma, libri per tutti, con l’impegno di rimetterli in circolo a disposizione di altri lettori, come vuole la ‘legge’ del Bookcrossing. Anche quest’anno verranno portati in piazza circa 6000 volumi donati da cittadini di Vercelli e provincia, oltre che da lettori di Biella, Novara, Casale ed altri luoghi in cui il passaparola di questa manifestazione unica è giunto. Un’iniziativa unica nel suo genere che, non a caso, è stata rilanciata da Rai TRE Piemonte, Rai Radio 3 (Farenheit, Terzo Anello), Ansa, Stampa, Sole 24 Ore, Achab, Orizzonti, Pulp, ecc.

Le origini del bookcrossing vercellese
L’idea riprende un progetto portato avanti in precedenza dai Presidi del Libro di Vercelli. In sintesi, circa cinque anni fa i Presidi lanciarono un appello tramite giornali e radio affinché chiunque avesse in casa libri ‘inutilizzati’ li portasse a centri di raccolta opportunamente organizzati. Come per miracolo migliaia di libri giunsero da case che custodivano veri e propri tesori: doppioni, eredità librarie di cui non si sapeva che fare, fondi di biblioteche, ecc. ecc. Tutti i volumi furono così destinati a chi (ed erano molti) aveva ‘fame’ di libri: carceri, comunità alloggio, ospedali, case di riposo, piccole biblioteche di quartiere, e via dicendo. Fu un vero successo che fece germogliare il progetto del Bookcrossing più Grande del Mondo.

L’idea
Smaltita la prima ‘ondata’, la raccolta è ripresa nello stesso modo, ma questa volta destinando i volumi alla PRIMA edizione del BOOKCROSSING Più GRANDE DEL MONDO che ebbe luogo il 24 settembre 2005 (in occasione della Festa del Lettore, organizzata dai Presidi del Libro in tutta Italia). Il 30 settembre 2006, la seconda edizione venne organizzata quasi “spontaneamente”, sulla base del riscontro positivo della prima: oltre 6000 volumi di ogni genere messi “in libertà”: l’idea era ed è proprio quella di scardinare i luoghi comuni, di liberare la cultura da ‘gabbie’ in cui spesso viene rinchiusa inutilmente. I libri dimenticati sono un inutile spreco, un patrimonio prezioso che può far la felicità di molti, a patto che la circolazione sia libera ed agevole.

IL REGOLAMENTO 1 – Prelievo/Lettura/Rilascio monitorato
I visitatori del Bookcrossing vercellese hanno la possibilità di prelevare un solo volume da ogni stand: una regola che permette a tutti gli appassionati di aver a disposizione una vasta scelta di materiale. Ogni libro presente negli stand del BOOKCROSSING PIU’ GRANDE DEL MONDO ha stampigliata al suo interno la provenienza (ovvero: Vercelli. Il bookcrossing più grande del mondo) ed un indirizzo Internet (www.edizionimercurio.it/kurtz.html) che permetta ai lettori che ritrovano/rilasciano i libri dopo averli letti di inviare notizie su dove si trovi il volume in questione, e quale sia il suo percorso. Una specie di giocoso monitoraggio (che può durare anni, a seconda della strada fatta dal libro) in ricordo della giornata.

IL REGOLAMENTO 2 – Lo Scambio

Dallo scorso anno il Bookcrossing si è arricchito di una nuova iniziativa che, da subito, ha incontrato il favore del grande pubblico dei lettori. Si tratta dello scambio-libri. Ovvero, in piazza sarà presente uno stand speciale, destinato a ricevere i libri portati per uno scambio immediato: i volumi portati dai visitatori (non più di dieci per persona) verranno subito etichettati e reimmessi nel Bookcrossing, mentre i ‘donatori’ avranno in cambio una piccola tessera con la quale potranno prelevare l’equivalente della ‘donazione’ direttamente dagli stand. Solo l’anno scorso, all’esordio dell’iniziativa, i libri scambiati sono stati circa 1300.

L’impegno morale
I libri vengono prelevati liberamente, ma a patto di impegnarsi, appena finito di leggerli, di RIMETTERLI IN CIRCOLAZIONE.
Cosa significa? Semplicemente che la distribuzione vercellese non è altro che l’inizio del viaggio di ogni volume. Quindi, ogni lettore, finita l’ultima riga dell’opera scelta, si impegna a regalare o abbandonare bene in vista il volume in questione in un luogo prescelto, affinché qualcun’altro lo prelevi e, a sua volta, faccia lo stesso.

La partecipazione delle scuole
Come ogni anno sarà numerosa la presenza delle scuole vercellesi (in particolare degli Istituti Superiori) alla manifestazione. Ancora una volta il CSA di Vercelli sosterrà gli insegnanti, sempre più numerosi, che riterranno importante portare i propri studenti a scegliere libri in piazza per poi parlarne in classe. Un gioco, anche questo, che ha già una tradizione alle spalle e che, di volta in volta, si apre a scenari creativi sempre nuovi (es: libri preferiti, pagine e brani selezionati, forum, racconti, ecc.).

Se ne parla anche

QUI

PROGRAMMA 2008

Data e orari
–    Sabato 20 settembre 2008, dalle ore 10 alle ore 20 circa.
Luogo
–    Vercelli – Piazza Cavour.

–    Rispetto alle precedenti edizioni, questa volta gli stand tradizionali in cui cercare i libri saranno divisi per generi letterari, nel modo più chiaro possibile, così che i lettori possano dirigersi subito verso le aree di maggior interesse.
–    Come già accennato, sarà allestito in piazza lo stand per lo scambio dei libri.
–    Ancora da definire i punti del Bookcrossing all’interno di esercizi commerciali ed altre strutture che ne hanno fatto richiesta.

IMPORTANTE: LA RACCOLTA LIBRI 2008

La raccolta dei libri per il BOOKCROSSING Più GRANDE DEL MONDO, in realtà, non finisce mai. Siccome, però, sono sempre molti quelli che non conoscono il meccanismo, preghiamo i media di mettere ben in evidenza meccanismo e recapiti.

Coloro che vogliono donare i libri al Bookcrossing possono chiamare, fino agli ultimi giorni precedenti la manifestazione, i seguenti numeri:

333/6002051 (sempre attivo)
0161/501505 (Ed. Mercurio: tranne periodo di ferie)
333/1322641 (tranne agosto)

In base al luogo in cui si trovano i libri e alla loro quantità si troveranno gli accordi.
IMPORTANTE. Non vengono accettati dal Bookcrossing i seguenti generi: scolastica, Reader’s Digest, manualistica non attuale, enciclopedie.

UFFICIO STAMPA:
bookcrossing@edizionimercurio.it
0161/501505 – 333/1322641 (Lorenzo Proverbio)
328/2171058 (Gloria Pozzo)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in avviso ai naviganti. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Liberiamo i libri!!!

  1. RenzoMontagnoli ha detto:

    Comunicato del 16 settembre 2008[..] Dire che sia diffusa una generale insofferenza nei confronti dei portatori di handicap può essere forse esagerato, ma che questa vada crescendo è realtà di tutti i giorni. In un mondo dove conta solo arrivare (a che cosa, poi?) con [..]

  2. lauraetlory ha detto:

    Milvia, ricordati di noi quando vieni a Roma, Ok?!
    Laura e Lory

  3. LaVostraProf ha detto:

    Bella notizia! 🙂

  4. anonimo ha detto:

    Io avevo già deciso di andarci, ma se non ho libri da scambiare e li prendo e mi impegno a lasciarlo da qualche parte una volta letto? Disposta anche ad un contributo per l’affitto del testo.
    Baciotti
    Elisa

  5. BarbaraProvenzi ha detto:

    Se il libro non mi piace granché non ci sono problemi… Ma se mi innamoro la prima copia che leggo (nuova o usata che sia, anzi a volte meglio usata) deve restare mia per sempre. Avrei qualche problema a lasciarla andare, magari potrei sostituirlo con un libro nuovo.
    Comunque è una bellissima iniziativa! Se posso ci vado.
    Un abbraccio,

    Barbara

  6. voltandopagine ha detto:

    Milvia, scusami se approfitto del tuo spazio per rispondere ad Elisa, e grazie ancora per la segnalazione.
    Cara Elisa, nessun problema: lo scambio è solo “un di più”. I libri sono a disposizione di chiunque: il contributo è la partecipazione!
    (magari riusciamo anche a salutarci, se sei l’Elisa che ho conosciuto a Torino insieme a Milvia e Sabrina, ma non dirlo a nessuno 😉 )

  7. voltandopagine ha detto:

    @ Barbara: in questo caso… si può chiudere un occhio! Lo spirito del bookcrossing è il “viaggio” del libro, ma se da un libro non ci si riesce proprio a staccare il risultato è raggiunto lo stesso: vuol dire che per quel libro il viaggio è finito. Meglio nelle mani (e nella libreria) di chi lo apprezza che in quelle di chi non sa che farsene!

  8. cristinabove ha detto:

    ma è una iniziativa bellissima!
    anche qui a Roma si era tentato di fare una cosa simile, sorta spontaneamente quando si sono cominciati a vedere libri lasciati in bella vista sugli autobus, metropolitane, bar, ecc.
    Penso però che sia finito tutto perchè non c’è ancora uno spirito di rispetto per i libri in genere, e per la cultura poi.
    e l’italiano medio, ahimè, è sempre tentato di appropriarsi di qualcosa che trova…

  9. anonimo ha detto:

    Oui, c’est moi!!!
    :-))))
    Elisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...