Poco tempo

Gaza
Navigo poco, in questi giorni, presa anch’io dai preparativi per il Natale imminente.
Poi ogni tanto mi fermo a riflettere. Per me, che mi definisco non credente, assolutamente laica, il Natale non dovrebbe poi avere tanta importanza…E invece non è così. Perché comunque da quando sono nata sono stata abituata a festeggiarlo e forse con non molta coerenza continuo a farlo. E a volte mi chiedo se questo abbia un senso.
Tutto questo per dire che non riuscirò a scrivere post lunghi o particolarmente impegnati,  da ora fino a Natale. Per mancanza di tempo, per stanchezza e per altro che qui non sto a dire.  Magari farò segnalazioni di cose che parleranno da sole. Cose anche pesanti e impegnative, come questa proposta di iniziativa che trovate qui:

Uno scatto contro l’assedio
che vi prego davvero di leggere, anzi, per essere ancora più motivati, guardate prima questo video che ieri mi ha segnalato la mia amica israeliana Nurit Peled  di cui vi ho parlato diverse volte:
Gaza in crisi, dicembre 2008.

Ecco, io taccio. L’appello e le immagini e le didascalie al video dicono tutto quel che c’è da dire.  Non occorrono altre parole.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cronache infernali, dall italia e dal mondo, nurit peled. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Poco tempo

  1. isabel49 ha detto:

    Io sono cattolica, ma non approvo le convizioni che separano, creando delle fratture che sfociano in lotte sanguinose. Siamo tutti fratelli e figli dello stesso Padre; possiamo chiamare “Padre” in cento nomi, l’importante è amarlo, amarci e rispettarci. Dici che il Natale lo festeggi, ma non ne sei convinta, non importa quel se… è molto importante e vale più di altri comportamenti falsati e vuoti. Ciao cara amica, le tue argomentazioni meritano di essere lette e approfondite.
    Un abbraccio, Annamaria.

  2. tristantzara ha detto:

    Guarda milvia,i ragazzi dell’Acr almeno qui non hanno mai allargato ad altri le loro possibilità,vale a dire che tutti sono ben dentro ad ogni iniziativa comunale (retribuìte) ad es:scrutatori,seggi,piscine estive,censimenti,insegnanti di corsi e quant’altro.E loro si definiscono veri cattolici e frequentano settimanalmente celebrazioni liturgiche e incontri in parrocchia.Altrettanto regolarmente,chiusi dentro i loro gruppi,definiscono chi non è come loro,”diverso”,”strano” e altro,non offendono ma non ti considerano.
    Gesù però non guarda chi si inchina a Lui in un modo e si comporta in un altro.Gesù (e i Santi) sente,non vede.Per Gaza devi considerare che l’indottrinamento all’odio fatto ai bambini verso gli israeliani è molto coltivato e forte.Ne avrei da dire parecchio pur rispettando entrambi questi popoli martoriati da loro stessi.Auguri di serene feste natalizie.D

  3. Soriana ha detto:

    Cari Annamaria e Daniele: a volte penso come tutto sarebbe migliore solo se ci rispettassimo l’un l’altro. E mi sembra che dovrebbe essere così facile, farlo…
    @Daniele: In quale isola sei poi approdato? Auguri di cuore anche a te, ovunque tu sia fatti un bellissimo Natale.

    Milvia

  4. tristantzara ha detto:

    Gozo,sono a gozo bum bum,sotto la sicilia.Arcipelago maltese.ciao

  5. Soriana ha detto:

    Allora, buon soggiorno Maltese!

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...