Muri che gridano

2007-10-14-polpette-al-potere

Immagine prelevata da:http://www.ufic.it/blog/

Non va bene scrivere sui muri, è incivile, dicono. La città si sporca, i palazzi si degradano, i muri si deturpano. E può essere vero. Non bisogna scrivere sui monumenti, per esempio. Né scarabocchiare le tabelle che indicano gli orari degli autobus, fino a renderne incomprensibili le informazioni. E su molte altre superfici che appartengono a tutti, non va bene farlo.
Però certe cose che vedo scritte sui muri mi affascinano, a volte mi colpiscono, come pietre, appunto, a volte mi accarezzano come poesia.  E quando c’è l’occasione li fotografo, questi muri che gridano. E ora ve li presento.
Se c’è qualche scritta che vi ha colpito, sui muri che avete costeggiato nella vostra vita, fatemene dono…

P1010948(Mantova, settembre 2006)

P1030418Rimini, estate 2006

P1020817Una delle tante scritte sul muro più infame: Israele, Pasqua 2006

P1070239Palermo, maggio 2008

P1070986Un paesino (di cui non ricordo il nome) dell’appennino forlivese: Agosto 2008

P1090924Non cito per correttezza la città( dato che c’è un cognome…)
2009

P1090957Sotto il ponte di Via Libia, Bologna, luglio 2009

P1090756

Lecce, giugno 2009

P1100079Bologna, via del Lavoro, oggi, 15 luglio 2009

Canzone fuori tema ( ma mi piace)
Istanbul not Costantinople

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Muri che gridano

  1. anonimo ha detto:

    Polpette al potere è un’autentica filosofia di vita…
    Nella mia città, Fano, chi si aggira sui 40 ricorda una scritta meravigliosa su un muro di una palestra (credo risalga ai primi anni ’80) “Allah è grande. Mo Gesù Crist J dà de bell” (Allah è grande. Ma Gesù Cristo non ha nulla da invidiargli). Ormai questo “proverbio” è entrato a tutti gli effetti a far parte della saggezza collettiva…
    Cassandra

  2. accipicchia ha detto:

    Sono d’accordo con te quando dici che si dovrebbero rispettare i muri e tutti i luoghi pubblici, ma sono d’accordo anche quando dici che alcuni graffiti sono davvero interessanti. Anche a me è capitato di fotografarli per la loro bellezza o per l’impegno sociale. Questi che hai condiviso con noi non possono passare inosservati.
    Bona giornata.
    Piera

  3. Soriana ha detto:

    @Cassandra: Sei di Fano? Pensa, a Fano ho vissuto la mia prima infanzia (dai quattro mesi ai quattro anni), perché mio padre aveva trovato lavoro lì, nel negozio di stoffe della piazza principale. Credo che abitassimo in Via Dante (ma, purtroppo, non ho più nessuno cui chiedere conferma). Di quel periodo, incredibilmente, ho molti ricordi.
    Bella davvero, quella scritta… Grazie!
    Un abbraccio a te e un saluto alla tua città.

    @Piera: sai che ho scoperto che siamo in molti a fotografare le scritte sui muri? E io che credevo di essere la sola…

    Milvia

  4. anonimo ha detto:

    Ma tu guarda… sono l’autore della foto "Polpette al potere" 🙂

    Per la cronaca, la scritta è comparsa, è stata cancellata riverniciando il muro e poco dopo è ricomparsa.

  5. Soriana ha detto:

    Beh, meno male che avevo citato la fonte! E’ l’unica che ho prelevato da Internet, le altre le ho scattate io, in Italia e non solo.
    E’ bellissima, la tua scritta! Sono contenta di potertelo dire.
    Ciao!!!

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...