Il donatore di perle (ovvero: lui le donne le ama così)

collana-da-un-milione-di-dollari

Prima di parlare di gioielli, però, voglio dire che:

Ieri, alla bella presentazione del libro "Soggetti di storie"  che vi avevo preannunciato giorni fa, ho conosciuto  Stefano Mina : pittore, scrittore e…. pensatore  e pure bloggerBeh, ancora una volta, devo proprio dire che gli incontri che ho fatto fino a ora con persone conosciute in rete (e sono tante, ormai) non mi hanno mai deluso. Anche Stefano è esattamente quello che dimostra di essere nel mondo virtuale: una bella, bellissima persona.

E voglio segnalarvi che:
 
Nell’ultimo numero di  Arte Insieme  (date un’occhiata anche alla sezione racconti, che ne vale la pena) il caro Renzo mi ha pubblicato un’altra poesia:
Viaggio.

E ora il mio post prosegue così:

C’è da dire che COLUI CHE NON VOGLIO NOMINARE è molto generoso e soprattutto dimostra una classe encomiabile  nei confronti delle donne. Le perle che regala loro ne sono un simbolo.  Qualche esempio? Ecco, inizio a infilare le perle:

"Ho dovuto riesumare le mie doti di play boy e fare la corte alla presidente Tarija Halonen"  ( presidente della Repubblica Finlandese)" per portare da Helsinki a Parma l’agenzia alimentare europea"
Il governo finlandese non apprezza, e allora lui smentisce e dice, mostrando la foto della Halonen:
"Ma vi pare che io mi metta a far la corte a una così?"

A una ragazza con lavoro precario, che si lamentava con lui per non poter mettere su famiglia, con un reddito instabile, ha regalato questa, di perla:
"Da padre, il consiglio che le do è quello di ricercarsi il figlio di Berlusconi o di qualcun’altro che non abbia di questi problemi. Con il sorriso che ha potrebbe anche permetterselo"

Per quanto riguarda gli stupri, poi, ecco la soluzione proposta dall’unico boss virile (come lui si è definito durante la celebrazione del matrimonio di Galan, cui faceva da testimone, compiacendosi dell’anagramma che qualcuno aveva fatto giocando con il suo nome)
 "Servirebbe un militare per ogni bella donna".  Bella, naturalmente. Delle brutte, chi se ne frega (stupidità della proposta a parte…).

E neppure la povera Eluana Englaro, è sfuggita ai suoi regali, nei giorni tragici in cui tutti si affannavano a parlare della sua sorte:
 “Ha le mestruazioni", ha dichiarato colui del quale non avrei mai voluto conoscere il nome, “potrebbe  anche avere un figlio”.

Distribuisce perle anche durante un comizio  milanese davanti ai militanti del Partito dei pensionati: rivolto a un gruppo di signore azzarda:
"Ma guarda che belle tuse!  Da quella parte" ( dove c’erano rappresentanti del PD)  "c’è invece il settore della menopausa".

E facendo un regalo a tutte le donne…plastificate, afferma:
"Io stimo le donne che si sottopongono a queste operazioni. Sono ancora più belle perché la loro bellezza se la sono meritata".

Tante altre perle, regali dell’innominabile, potrei sciorinare qui, davanti a voi. Ma mi si intaserebbe lo schermo.

Mi limito all’ultima (ultima in ordine di tempo e non in senso assoluto, siamone certi). Lo so che la conoscete tutti, ma è talmente perfettamente sferica, lucente e traslucida che vale la pena di riproporla. La destinataria è stata, lo sapete, Rosy Bindi, un omaggio a una collega, quindi.
"Lei è più bella che intelligente", le ha detto.

Grazie, abominevole (pardon, volevo dire a-nominevole). Grazie a nome di tutte le donne per la stima che a noi riserva. Io, se fosse in me, quelle perle gliele farei ingoiare a una a una. Tenendole tappato il naso, magari.

QUI
un modo per fargliene ingoiare qualcuna.

In vera e propria antitesi a questi gioielli, una musica struggente e malinconica, che però mi ricorda periodi felici (che fosse perché ancora non conoscevo il suo nome?)
Giochi proibiti

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in linnominabile. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Il donatore di perle (ovvero: lui le donne le ama così)

  1. stefanomina ha detto:

    c’è sempre il rischio di passare per finto modesto perciò ti ringrazio e mi prendo tutti i tuoi bei complimenti
    ciao Milvia e grazie

  2. cristinabove ha detto:

    un pò ti invidio, Milvia, per tutte le belle conoscenze che fai.
    Stefano già risulta come lo descrivi dai suoi blog.
    Ti ringrazio per la condivisione e per tutte le altre cose di cui ci arricchisci.
    Queste perle che hai riportato, basterebbero da sole a far sentire ridicolo e abominevole qualunque essere senziente.
    ma lui è solo "consenziente"

  3. isabel49 ha detto:

    Bello poter incontrare chi si è conosciuto in rete e col quale condividiamo interessi e affinità di pensiero e Stefano è davvero una persona, come ho letto da te e nel suo blog, meritevole artisticamente.
    Le tue perle… non capisco come mai uno che è stato capace di creare un impero non conosca la diplomazia, ma anche un ragazzino saprebbe quali parole usare!
    Milvia la tua poesia è bellissima, ho sentito l’atmosfera placida e suggestiva.
    Un abbraccio mattutino.

    annamaria

  4. margueritex ha detto:

    e dire che Margarita significa in latino Perla…mannaggia!!!
    carissima, il brano di Pound non riesco a scansionarlo
    ma ci riproverò.
    un abbraccio a grazie ancora per il regalo che leggerò con interesse!

  5. stefanomina ha detto:

    uh! come siete gentili, fin troppo… voi non lo sapete ma sono anche bravissimo a recitare… la parte del bravo ragazzuolo 🙂

    grazie cristina, grazie annamaria

    p.s. cristina, guarda che milvia mi ha parlato del vostro incontro e di quanto questo le abbia fatto piacere!
    stefano

  6. Soriana ha detto:

    @Stefano: Forse avrai, fra le altre tue capacità, anche quella di attore… E allora penso che quando reciti  il ruolo di bravo ragazzuolo non fai altro che interpretare te stesso te stesso.

    Milvia

  7. Soriana ha detto:

    @Cri: purtroppo, cara Cri, non è solo lui a essere consenziente…. Ma, a parte i suoi elettori, anche molta sinistra…silente.

    Milvia

  8. Soriana ha detto:

    @Annamaria: Grazie per il commento sulla poesia! Per le perle…. abbiamo già detto tutto…

    Milvia

  9. Soriana ha detto:

    @Margueritex:  Ci sono perle vere e perle false, cara Margaret…. ()
    Forse il brano di Pound l’ho trovato in Internet.
    E buona lettura!

    Milvia

  10. Soriana ha detto:

    Buonissima giornata a tutti!

    Milvia

  11. anonimo ha detto:

    Bravissimo a regalarle anche agli uomini. Emblematico: "bello,giovane e abbronzato" al Presidente Obama!
    Cara Milvia, hai fatto bene a usare  la parola "perla" perchè la perla nasce quando un corpo estraneo entra nella cavità dell’ostrica procurandole un’irritazione, un dolore.
    In conseguenza di ciò, per difendere i tessuti , si formano vari strati di madreperla a ricoprire il corpo estraneo  che  poi  diventa  la perla .
    E’ lui il "corpo estraneo" che ci procura dolore!
    mara faggioli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...