Aquila tradita

terremoto-abruzzo-tende3
Io temo molto il freddo, non mi piace, mi rende nervosa e depressa. E lamentona.
Ma me ne sto qui, ora, nella mia casa riscaldata, fatta di muri (spero solidi), confortevole, piena di oggetti che amo, di ricordi, di libri. Io. E gli abitanti dell’Aquila, invece?

Ieri ho ricevuto la mail settimanale da Arcoris Tv (un ottimo organo di informazione). Ve la riporto interamente. E insieme alla solidarietà per le tante persone che stanno vivendo da sette mesi un terribile disagio, che con l’arrivo della stagione fredda va aumentando, spero vi monti anche la rabbia per le promesse non mantenute dall’innominabile, che si fa bello per le casette non date da lui, che continua a mentire, a straparlare, ad amare solo se stesso. Anche la rabbia, a volte, può essere costruttiva. Per lo meno, sveglia.

Ma che freddo fa in Abruzzo? E’ Umanitaria Emergenza
Vi prego di diffondere, come sto facendo io che ho ricevuto il messaggio…solo la Rete può dare una mano e far conoscere questa realtà. Commenti e notizie potete trovarli ai  link che trascrivo, oltre il riferimento attivo e un video eloquente da Abruzzolive.tv : Gelo nelle tendopoli, in 6mila ancora al freddo.
Il freddo è arrivato davvero, non è bastato cantare in solidarietà come a San Siro il 21 giugno 2009.
Cantiamola noi, per loro, amiche ed amici d’ Abruzzo.

Doriana Goracci

Per donazioni e contatti:

emergenzaottobre2009@gmail.com

339.19 32 618 – 347. 03 43 505

http://miskappa.blogspot.com/

http://www.3e32.com/main/?p=1906

http://abruzzo.indymedia.org/

OTTOBRE 2009: ALL’AQUILA E’ EMERGENZA UMANITARIA

Facciamo appello a tutti coloro che in Italia hanno dimostrato sensibilità a quanto qui è successo e continua ad accadere.
A chi ha mantenuto alta l’attenzione sul dramma che ha colpito il nostro territorio e sulla gestione del post sisma.
Oggi, il 18 di ottobre, all’Aquila fa freddo. Siamo nella fase più drammatica, la notte già si sfiorano i -5°C ed andiamo incontro all’inverno, un inverno che sappiamo essere spietato.
Le soluzioni abitative, promesse per l’inizio dell’autunno, non ci sono. Circa 6000 persone sono ancora nelle tende.Meno di 2000 persone sono finora entrate negli alloggi del piano C.A.S.E o nei M.A.P.La maggior parte degli Aquilani sono sfollati altrove in attesa da mesi di rientrare.
Ora, con lo smantellamento delle tendopoli altre migliaia di persone sono state allontanate dalla città e mandate spesso in posti lontani e difficilmente raggiungibili.Noi, definiti “irriducibili”, siamo in realtà persone che (come tutti gli altri) lavorano in città, i nostri figli frequentano le scuole all’Aquila, molti non sono muniti di un mezzo di trasporto, altri possiedono terreni od animali a cui provvedere. Siamo persone che qui vogliono restare anche per partecipare alla ricostruzione della nostra città.Da oltre sei mesi viviamo in tenda, sopportando grandi sacrifici, ma con questo freddo rischiamo di non poter più sopravvivere.Se non accettiamo le destinazioni a cui siamo stati condannati (che sempre più spesso sono lontanissime) minacciano di toglierci acqua, luce, servizi.Oggi, più di ieri, abbiamo bisogno della vostra solidarietà.Gli enti locali e la Protezione Civile ci hanno abbandonati. Secondo le ultime notizie che ci giungono i moduli abitativi removibili che stiamo richiedendo a gran voce da maggio, forse (ma forse) arriveranno tra 45 giorni.Oggi invece abbiamo bisogno di roulotte, camper o container abitabili e stufe per poter assicurare una minima sopravvivenza. Visto che le nostre richieste alla Protezione Civile e al Comune non sono prese in minima considerazione chiediamo a tutti i cittadini italiani un ulteriore sforzo di solidarietà.E abbiamo anche bisogno di non sentirci soli.Per questo vi chiediamo di organizzare dei presidi nelle piazze delle città italiane per SABATO 24 OTTOBRE portando nel cuore delle vostre città delle tende per esprimere concretamente solidarietà a noi 6000 persone che viviamo ancora nelle tende ad oltre sei mesi dal sisma.Un altra emergenza è cominciata oggi. Non dettata da catastrofi naturali ma dalla stessa gestione del post sisma, da chi questa gestione l’ha portata avanti sulla testa e sulla pelle delle popolazioni colpite.

Alcuni abitanti delle tendopoli sotto zero.

VIDEO E LINK SU

http://www.reset-italia.net/2009/10/20/ma-che-freddo-fa-in-abruzzo-e-umanitaria-emergenza/

http://www.c6.tv/archivio?task=view&id=6404

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in terremoto. Contrassegna il permalink.

13 risposte a Aquila tradita

  1. RenzoMontagnoli ha detto:

    Questo è il ritratto impietoso di un personaggio che sfrutta le disgrazie altrui e che, quando non gli servono più, basta che impedisca o alteri la diffusione delle notizie.
    Sappiamo tuttixchi è questo personaggio, ma personaggio è già un complimento, meglio definirlo un parassita dell’umanità. 
    Ecco un’altra delle cose di cui deve vergognarsi.
    Esseri così non meritano rispetto e in un altro paese già starebbero al fresco, ma dietro le sbarre. 

  2. Soriana ha detto:

    E’ così, Renzo. Ma questa è l’Italia di oggi, ed è più facile che dietro le sbarre ci finiamo noi.

    Milvia

  3. anonimo ha detto:

    Non trovo più parole ferme da tempo in gola secca ma…cerco di passare la voce ai blog amici ,al comune ,alla gente,ai giornali di zona…mah..provo..Un abbraccio e grazie
    Tinti

  4. tristantzara ha detto:

    Ciao, milvia la sicurezza che hanno in tv nel capovolgere le situazioni è a tutti gli effetti una tecnica manipolatoria praticata con sistematicità, probabilmente attraverso addirittura corsi atti a questi fini. Cmq. io la responsabilità più grande la dò ai giornalisti, tutti quanti eccetto santoro e gad, dovrebbero prendere posizione davanti a 7mil. di telespettatori in diretta.
    Stamattina ad es:omnibus la7, ciò che è stato un innovativo e bel programma di informazione fino a due annetti fa, parlavano della candidatura del prox.segretario Pdem.!! sono 3 gg. che dibattono su questa medesima menata. Con queste notizie che tu riporti ci si rende conto a quale mediocrità essi abbiano più interesse no ? vuoi dire che la redazione non è in grado di impuntarsi con l’editore o amm.re delegato ? ma per piacere….

  5. RenzoMontagnoli ha detto:

    Comunicato del 24 ottobre 2009[..] L’aggiornamento di Arteinsieme. Il Busto…non Arsizio. Cristina…invisibile. Scrivere un romanzo in cento giorni? E poi per pubblicarlo? Nessun problema, Scrivere un romanzo in cento giorni è già pubblicato!. Per [..]

  6. accipicchia ha detto:

    Carissima, ho riportato parte del tuo post sul mio blog, naturalmente facendo riferimento a te.
    Solo questo posso fare, ben poca cosa.
    Un carissimo saluto. Piera

  7. cristinabove ha detto:

    mi sorprenderebbe il contrario.

  8. Soriana ha detto:

    @Tinti: Grazie a te, Tinti. Più gente sa, meglio è.
    Ricambio con affetto l’abbraccio.
    Milvia

  9. Soriana ha detto:

    @Daniele: Prima di tutto, un caloroso bentornato. 
    I giornalisti coraggiosi sono una razza in via di estinzione. Anche chi apparentemente è contro il regime, molto spesso spende la sue forze in una polemica che alla fine non produce nulla. Forse la Gabanelli è veramente l’unica che non è superficiale e fa un vero giornalismo d’inchiesta.  Cosa che richiede fatica, professionalità e, appunto, coraggio. In Santoro, troppo spesso, più che indignazione, ravviso una sorta di compiacimento nel raccontare certe situazioni. E questo non mi piace. Non seguo Ledner, per cui non so dare un giudizio. A dir la verità seguo poco tutti i programmi Tv. Mi basta vedere Blob, per avere la nausea.
    Milvia

  10. Soriana ha detto:

    @Renzo: Grazie, come sempre, per la tua attenzione.

    Milvia

  11. Soriana ha detto:

    @Piera: Come ho scritto a Tinti, più gente sa, meglio è. Quindi ti ringrazio tanto per aver riportato queste ultime notizie dall’Aquila nel tuo blog. Un abbraccio

    Milvia

  12. Soriana ha detto:

    @Cri: Eh, sì…

    Milvia

  13. anonimo ha detto:

    Vero, dimenticavo la Galbanelli. ciao tristan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...