C'era una volta un blog…

100-978887547115

ma poi ne venne un altro…

C’era una volta un blog che si chiamava Acme del pensiero, governato da un angelo, un resistente angelo della rete, uno dei miei resistenti preferiti. Ogni giorno l’angelo si aggirava fra i diseredati
che cercano di sopravvivere nella nostra capitale, cercando di rendere più vivibile la loro esistenza, e raccontandoci poi le loro storie. Un angelo instancabile e generoso promotore anche, insieme a un’altra
blogger , ugualmente generosa, di una bellissima iniziativa a favore di Gramos, un bimbo kossovaro,  malato di tirosinemia: grazie al loro appello nacque infatti un libro di fiabe scritte da  blogger, i cui proventi  servirono ad  aiutare la famiglia di Gramos nell’acquisto delle costosissime medicine indispensabili per mantenere in vita il piccolo. Sono certa che molti di voi si ricorderanno molto bene dell’iniziativa, sia per avervi partecipato, sia per aver acquistato  Le fiabe di Gramos .
Morgan Palmas, che è questo il nome del nostro angelo, aveva poi uno sguardo attento e severo su tutto quello che gli (anzi, ci)  stava intorno  intorno, denunciandone, attraverso i suoi lucidi post, tutte le contraddizioni, le banalità, le ingiustizie.
Per questo, quando in luglio dell’anno scorso Morgan decise di chiudere il suo blog, mi dispiacque tantissimo, tanto è vero che non ho mai cancellato il suo link dalla lista dei miei blog preferiti, e a volte ci cliccavo sopra, con la speranza che Morgan ci avesse ripensato e fosse tornato a far parte della mia schiera di resistenti della rete.  Ma niente, l’angelo non tornava.

Poi la primavera scorsa è nato un blog: Sul romanzo che da subito mi è sembrato molto interessante per i suoi contenuti di carattere letterario. Tutti i post erano (e sono ancora)  firmati con il nome di Radames, e dell’identità di questo nuovo blogger non è che si sapesse molto. Se non che, leggendolo,  si poteva intuire quanto fosse una persona preparata, dotata di onestà intellettuale, gentile e generosa.  Sin dall’inizio Radames ha pubblicato interviste ad autori, recensioni, considerazioni sul mondo dei libri. Fino ad arrivare, mi sembra a fine primavera, a una iniziativa eccellente: Scrivere un romanzo in 100 giorni.  Per far capire di cosa si tratti ai pochi che non la conoscano ecco il link a una bella, esplicativa intervista che Morena Fanti ha fatto in settembre a Radames: Un professore, cento lezioni

E alcuni giorni fa… uauh! Due notizie bellissime!!!  Prima lo svelamento e poi la sorpresa.
Lo svelamento: Radames altri non è che Morgan, Morgan Palmas!!!

La sorpresa: Scrivere un romanzo in 100 giorni è diventato un libro!!!

Che Morgan scrivesse bene già era emerso dal suo vecchio blog, così come era evidente il suo amore per la letteratura. Fra l’altro Morgan era stato anche ospite del mio blog, regalandomi questo suo bel testo:  Sensazioni vicentine .
Ma mai avrei supposto che dietro Radames si nascondesse uno dei miei resistenti preferiti.

E poi il libro, che diventa ancor più prezioso, per me, che a causa di varie vicende non ho potuto seguire con costanza le lezioni di Morgan. Averle tutte racchiuse in un volumetto mi è davvero utile, infatti l’ho già ordinato.
E se anche voi volete seguire il mio esempio potete già da ora (ma il libro sarà comunque nelle librerie dal prossimo mese) entrare nel sito dell’editore:
Marco Valerio  e comprarlo

Insomma, sono proprio contenta di questi ultimi eventi  e non mi rimane che augurare un caloroso in bocca al lupo a Morgan/Radames. 

Mi sembra che ci stia bene, a conclusione, una musichetta allegra, così, per festeggiare.
That happy feeling

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ora o fra poco in libreria. Contrassegna il permalink.

14 risposte a C'era una volta un blog…

  1. cristinabove ha detto:

    Milvia! GRANDE! mi permetti di accodarmi anche solo un pochino in a questo tuo bellissimo articolo su Morgan?
    Perché hai espresso esattamente tutto quello che avrei voluto dire io.
    Allora EVVIVA!
    anche io non ho mnai cancellato il suo link, e….
    abbraccio te e lui.

  2. anonimo ha detto:

    Fanciulle! siete intenzionate a farmi piangere o che cosa? 
    Vi ringrazio, di cuore.
    Non sono un uomo a vostra disposizione però, a mo’ di Bindi.
    A presto e grazie ancora.

    Morgan

  3. Soriana ha detto:

    @Cri: il tuo entusiasmo mi entusiasma! Grazie! Ma Morgan merita sia il tuo che il mio entusiasmo.
    Un abbraccione.

    Milvia

  4. Soriana ha detto:

    @Morgan: guarda, se volevi ringraziarci lo hai fatto in maniera superba chiamandoci fanciulle

    Lo so che non sei un uomo a nostra disposizione, perchè, ma nel senso buono, sei a disposizione di tutti.

    E comunque, mi consenta: lei è tanto bello, quanto intelligente (mi sembra di aver visto una foto, da qualche parte, non ricordo dove).

    Milvia

  5. morenafanti ha detto:

    Milvia, e pensa la mia di sorpresa, che non conoscevo affatto Morgan e l’ho chiamato Radames fino a pochi giorni fa. E anche ora mi viene di chiamarlo Prof 😉
    Questo conferma che il nome non conta, se i pensieri e le idee sono buone.
    Grazie a te ho conosciuto il blog di Morgan.
    E poi quando lui ha rivelato il suo nome, ho scoperto che lo conoscevano già tutti.
    Il libro sarà bellissimo. Io ho seguito le lezioni giorno per giorno e posso garantire sull’utilità di ciò che Morgan ha scritto.

  6. cochina63 ha detto:

    noooooooooo… e chi l’avrebbe immaginato! e mi ha pure intervistata!!!! condivido questo post parola per parola! Ciao Morgan-radames!!!

  7. Soriana ha detto:

    @Morena: Sì, Morena cara, lo conoscevano e lo seguivano in tanti “Acme del pensiero”, era bello condividere con Morgan le sue esperienze fatte con i City Angel di Roma. Ma anche ora, anche se apparentemente Morgan/Radames si occupa solo di letteratura, non ha abbandonato, mi sembra, l’impegno civile, e la prova sta pure nel tema del concorso letterario che ha ideato.  Sono certa che il libro sarà bellissimo.
    Credo che ci vedremo presto, Morena. Ciao!

    Milvia

  8. Soriana ha detto:

    @’An vedi che sorpresa, Cinzietta? Contenta della tua condivisione, ti mando un bacino.

    Milvia

  9. anonimo ha detto:

    Cinzia mi ha fatto sorridere 🙂
    Grazie ragazze.

    Morgan

  10. RenzoMontagnoli ha detto:

    Comunicato del 29 ottobre 2009[..] L’aggiornamento di Arteinsieme. La ricetta di Lucrezia Borgia, pardon di Grizabella… Storia di un blog. Già il terremoto è una disgrazia, ma diventa una tragedia con un governo come il nostro. Rino l’intervistat [..]

  11. anonimo ha detto:

    Carissima Milva, ho appena finito di leggere "Donne, ricette, ..": è bellissimo. Nei tuoi racconti c’è tanta sensibilità, umanità  A volte penso di essere "sbagliata" ad emozianarmi ancora in tante situazioni. Leggendo il tuo libro mi sono sentita meglio, ho pensato che ci sono ancora   persone che vivono in modo profondo e che hanno il dono di  saperci raccontare la vita in modo sincero e autentico, Grazie Milva. Spero di rivederti presto a Uta, L’estate scorsa siamo state presentate da Elio  e Raffaela.

  12. Soriana ha detto:

    @Utese carissima, che bello, questo commento sul mio libro!  Grazie con tutto il mio cuore.
    Elio e Raffaela mi hanno fatto conoscere diverse persone, tutte gentili e simpatiche: tu chi sei? Scusami se non so riconoscerti…

    Grazie ancora e un abbraccio.

    Milvia

  13. anonimo ha detto:

     
      Ciao Milva, sono Simona, l’utese a cui è piaciuto tanto il tuo libro(post dell’11 nov). Ho ringraziato Raffaela,mia cognata per avermelo consigliato. Continuerò a leggere altri tuoi libri. Grazie per la gentile risposta. Un affettuoso saluto, Simona.

  14. Soriana ha detto:

    @Simona: sono contenta dello… svelamento. Ora che so, ti ringrazio ancora più calorosamente.
    Seneghe e Uta mi sono rimasti nel cuore e ritornerò per unire in un abbraccio te, Raffaela e Elio.

    Buonissima giornata.

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...