Le parole dei libri (con domandina finale e alcune risposte)

P1110361

Ci sono frasi, immagini, sensazioni espresse attraverso le parole che si trovano nei libri che a volte colpiscono in maniera particolare. Non è detto che debbano esprimere verità profonde, o assunti filosofici. Non devono insomma necessariamente essere  rivelazioni, o epifanie, o frasi da incidere in una sorta di pietra da portarsi sempre appresso. L’importante è che ci si senta dentro, o che ti facciano scattare una piccola scintilla che faccia dire: sì, è proprio così.
Frasi che per qualche lettore sono importanti e per altri no. Diciamo che ognuno, leggendo un romanzo, un racconto, una poesia, ci può trovare le sue, di parole,  indipendentemente dal valore (universale) che esprimono.

A me, l’altra sera, è questa frase, che ha colpito:

Nella sera profumata, volteggiante di insetti, Olivia avvertiva la presenza della casa, dietro di lei, come quella di una persona che stesse in piedi alle sue spalle.

L’ho tratta dal romanzo Un ospite d’onore  di Nadine Gordimer
Non avevo mai letto nulla della Gordimer, e devo dire che questo suo romanzo mi sta piacendo moltissimo, anche se procedo lentamente, perché lo stile della scrittrice sud africana (Premio Nobel per la letteratura 1991), non è scorrevolissimo, ma è comunque eccellente. E il tema trattato, poi, quello di un Paese africano immaginario giunto alla sua indipendenza dal colonialismo, è interessante e affascinante, poiché l’autrice lo affronta da molteplici angolazioni.

Dunque, la frase. Perché mi ha colpito? Perché mi ha riscaldato, perché ho sentito in maniera tangibile quella casa che sta alle spalle di Olivia come un essere protettivo. Perché vi è espresso il mio concetto di casa, proprio nella sua materialità, casa di muri, di stanze, di oggetti. Dalla mia casa (nella mia casa) io mi sento protetta, la sento come un’entità viva, la mia casa. E non importa quanto sia bella o non lo sia affatto, quanti o quanto pochi ricordi vi siano stratificati, se vi abitino molte persone o se, come è in realtà, vi abiti solo io. E’ la mia casa. Punto. E se pure amo molto viaggiare, e a volte amo pensare di non avere radici, so che la mia casa mi aspetta, che aspetta il mio ritorno.
E forse è per questo che viaggiando porto sempre con me qualcosa che me la ricordi e che poi dispongo qua e là nella camera d’albergo. Ci sono due libri per esempio,  e sempre gli stessi, che mi fanno compagnia, nei miei viaggi. Li metto sui vari comodini che trovo sul mio itinerario, e così, mi sembra di essere a casa.
Mentre scrivo questa riflessione il mio pensiero è andato ai migranti. A tutti coloro che sono costretti a lasciarla, la loro casa. E lo lascio dentro di me, il mio pensiero, perché se comincio a scriverne, troppo avrei da dire.

In conclusione vorrei fare a voi una domanda: c’è stata una frase nelle vostre letture che vi ha colpito in maniera particolare? Volete farmene partecipe? Ripeto: non occorre che siano verità rivelate, ma anche piccole cose, come quella che ha colpito me. Dai, non fate i timidi, i riottosi, i recalcitranti e rispondete…

Vi lascio con una canzone dolce e rilassante, fuori tema, ma a me piace.

Dream a little dream of me

Aggiornamento al 30/10


 Da b90c52ec688ec1372421ecfd20450c1d"il piccolo principe" di Antoine de Saint-Exupéry "…non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi."
 http://gemisto.splinder.com/ 

"Per chi suona la campana?" in cui Hemingway cita John Donne:
"E così non mandare mai a chiedere per chi suona la campana: essa suona per te"

http://cristinabove.splinder.com/   281cfc15337c792e63c06b5fef6f5267

dai Promessi Sposi di Manzoni : "In tutt’altre faccende affaccendato",  "guardarsi in cagnesco". cb6e6a83cd38529b7336458b8bb87bba
http://isabel49.splinder.com/

Il finale dell’ultimo racconto"l’occhio di Dio in paradiso" di"L’abitudine di amare" della Lessing "..E quella folla di persone attendeva, come l’altra al di là della piazza, attendeva in eterno, infagottata, silenziosa, paziente sotto la neve, tendendo l’orecchio al silenzio sotto il quale pareva pulsare, nelle viscere della terra, l’eco di pedi in marcia, piedi infilati dentro stivali neri, in marcia"cuoricino
Tinti

Aggiornamento al 31/10


Da " Una vita di poesia" di Borges
"…… E poi conviene credere nella possibilità di creare il proprio avvenire, modificare il proprio avvenire. Questa forse è un’illusione, come un’illusione necessaria è il libero arbitrio. Ma per continuare a vivere dobbiamo credere nel libero arbitrio, dobbiamo fare piani per un futuro certamente incerto, e del quale l’ unica cosa che sappiamo è che non potrà somigliare ai nostri sogni. Intanto, facciamo tutto come se fossimo immortali."Stelle071
http://percorsi.blog.kataweb.it/

(Maria Allo)

Da "Le piccole virtù" di Natalia Ginzburg "Per quanto riguarda l’educazione dei figli, penso che si debbano insegnar loro non le piccole virtù, ma le grandi. Non il risparmio, ma la generosità e l’indifferenza al denaro; non la prudenza, ma il coraggio e lo sprezzo del pericolo; non l’astuzia, ma la schiettezza e l’amore alla verità; non la diplomazia, ma l’amore al prossimo e l’abnegazione; non il desiderio del successo, ma il desiderio di essere e di sapere". 165768_FPM6HWZAYK1D4WSYTGKU42KP7654JM_fiore_di_loto_H143134_S
Giovanna Giordani

Aggiornamento al 1′ novembre


Lemmy Kilmister (cantante e bassista dei Motorhead):
"Noi non vogliamo danneggiare il vostro udito, vogliamo distruggervi le c9c5ff8bee7fc3ec3323dd27f6950d49orecchie"
http://kickingthecorpse.splinder.com/

Aggiornamento al 3 novembre

Da "Una biblioteca della letteratura universale", dal capitolo"Del leggere e del possedere libri" (1908), di Hermann Hesse
"Chi legge i libri come si stanno ad ascoltare gli amici, vedrà come essi gli sveleranno i loro tesori e diventeranno per lui un intimo possesso. Quello che egli legge non scivolerà via nè andrà perduto, ma al contrario gli rimarrà e gli apparterrà, lo allieterà e lo consolerà come soltanto gli amici sanno fare."
http://imuliniavento.splinder.com/7e4928623a9b9865f1a4c7198d2f5083.jpeg

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in domandine, leggeri e pesanti pensieri. Contrassegna il permalink.

18 risposte a Le parole dei libri (con domandina finale e alcune risposte)

  1. Gemisto ha detto:

    Veramente c’è una frase che è sempre stato il mio carma e che lessi in un libro "per ragazzi" ma che forse in fondo tale non è.
    Il libro è: "il piccolo principe" di Antoine de Saint-Exupéry e la frase è: "…non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi."
     

  2. cristinabove ha detto:

    sì, anche per me una frase che mi è rimasta impressa, in "Per chi suona la campana?" in cui Hemingway cita john Donne:
    "E così non mandare mai a chiedere per chi suona la campana: essa suona per te"

  3. isabel49 ha detto:

    Quando leggo un libro adoro le frasi con quelle metafore che scatenano la visione della lettura, è una sorta di materializzazzione del pensiero. Le frasi del Promessi Sposi di Manzoni sono ancora impresse e molto spesso le rievoco. Ad esempio "In tutt’altre faccende affaccendato", ecco sono tante le collocazioni di questa frase, come anche "guardarsi in cagnesco", sempre del Manzoni.
    Le parole dei libri quando mi colpiscono le faccio mie e le aggiungo al mio bagaglio lessicale.

    Buona serata cara Milvia, interessante post.

    un abbraccio
    annamaria

  4. isabel49 ha detto:

    "materializzazione", avrei dovuto scrivere, ah, la fretta!

  5. Soriana ha detto:

    Grazie a Gemisto, a Cri e a Annamaria per il prezioso apporto. Come potete vedere ho modificato il post, facendo un aggiornamento a oggi.

    Buona serata.

    Milvia

  6. cristinabove ha detto:

    è bello che tu le stia riportando mano mano nel post.
    ciao
    buonanotte.

  7. anonimo ha detto:

    Il finale dell’ultimo racconto"l’occhio di Dio in paradiso" di"L’abitudine di amare" della Lessing"..E quella folla di persone attendeva,come l’altra al di là della piazza, attendeva in eterno,infagottata,silenziosa,paziente sotto la neve,tendendo l’orecchio al silenzio sotto il quale pareva pulsare,nelle viscere della terra,l’eco di pedi in marcia ,piedi infiati dentro stivali neri ,in marcia" Lo ricordo a memoria perchè ho rappresentao ,con i ragazzi ,uno spettacolo teatrale sull’amore partendo da questo .Non so perchè mi piaccia tanto, fors eperchè c’è un senso di ricerca affannosa ,incessante ma ..in  sintonia.Grazie
    Tinti 

  8. Soriana ha detto:

    @Tinti: Bellissimo questo brano, sarà anche perchè a me la Lessing piace molto. Mi ha dato tristezza, leggendolo, forse perchè non conosco l’intero racconto, forse perchè oggi è una giornata (anzi ormai è notte) no.
    Sai, Tinti, più ti leggo più penso che devi essere stata una bravissima insegnante.
    Grazie e buona notte.

    Milvia

  9. RenzoMontagnoli ha detto:

    Comunicato del 31 ottobre 2009[..] Che cosa sono le farfalle? Grazie al pc. Frasi che restano in mente. [..]

  10. anonimo ha detto:

    Da " Una vita di poesia" di Borges

    "…… E poi conviene credere nella possibilità di creare il proprio avvenire, modificare il proprio avvenire. Questa forse è un’illusione, come un’illusione necessaria è il libero arbitrio. Ma per continuare a vivere dobbiamo credere nel libero arbitrio, dobbiamo fare piani per un futuro certamente incerto, e del quale l’ unica cosa che sappiamo è che non potrà somigliare ai nostri sogni. Intanto, facciamo tutto come se fossimo immortali."
    Grazie

    Maryline

  11. Soriana ha detto:

    Maryline: Grazie a te, e benvenuta. Un bellissimo brano, sul quale meditare. Mi ha ricordato una frase che ho ascoltato proprio questa mattina per radio, e non so quanto sia pertinente, ma il brano da te proposto me l’ha fatta venire alla mente. I Gesuiti dicono: Fai in modo di agire come se tutto dipendesse da te.

    Milvia

  12. anonimo ha detto:

    Che bella iniziativa, Milvia!
    Beh, le frasi che mi hanno colpito sono tante, ma questa dal libro "Le piccole virtù" di Natalia Ginzburg mi ha allargato il cuore perchè la condivido pienamente:
    "Per quanto riguarda l’educazione dei figli, penso che si debbano insegnar loro non le piccole virtù, ma le grandi. Non il risparmio, ma la generosità e l’indifferenza al denaro; non la prudenza, ma il coraggio e lo sprezzo del pericolo; non l’astuzia, ma la schiettezza e l’amore alla verità; non la diplomazia, ma l’amore al prossimo e l’abnegazione; non il desiderio del successo, ma il desiderio di essere e di sapere".
    Ciaooo, tante belle cose
    Giovanna Giordani

  13. Soriana ha detto:

    @Giovanna: se tutti i genitori applicassero queste regole, nell’educazione dei loro  figli, il mondo sarebbe non solo un posto vivibile (che ormai non è neppure più questo), ma sarebbe umano, nel significato più alto del termine. un’altra scrittrice che amo molto la Ginzburg. Grazie, Giovanna cara.

    Milvia

  14. RenzoMontagnoli ha detto:

    Comunicato dell’1 novembre 2009[..] Filippo Tuena e Ultimo parallelo a CaRtaCaNta giovedì 5 novembre. Una poesia…INVISIBILe. Frasi che più si ricordano. [..]

  15. ZyklonZombie ha detto:

    "Noi non vogliamo danneggiare il vostro udito, vogliamo distruggervi le orecchie" Lemmy Kilmister from England, from Motorhead

  16. Soriana ha detto:

    @ZyklonZombie: ottima entrée del mondo musicale, in questo post che sta cercando parole. Grazie, Zyklon e benvenuto!

    Milvia

  17. accipicchia ha detto:

    MI ha colpito molto il seguente passo:
    "Chi legge i libri come si stanno ad ascoltare gli amici, vedrà come essi gli sveleranno i loro tesori e diventeranno per lui un intimo possesso. Quello che egli legge non scivolerà via nè andrà perduto, ma al contrario gli rimarrà e gli apparterrà, lo allieterà e lo consolerà come soltanto gli amici sanno fare.".

    ( Tratto dal libro "Una biblioteca della letteratura universale", dal capitolo"Del leggere e del possedere libri" (1908), di Hermann Hesse).
    Un caro saluto. Piera

  18. Soriana ha detto:

    @Piera: E’ proprio vero, quello che scrive Hesse. E grazie, Piera per aver riportato qui le sue parole.
    Buona giornata.

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...