Geraldina Colotti: appuntamento al Salone del Libro

P1120551Ho incontrato virtualmente Geraldina Colotti nel 2005: in un inserto del Manifesto, quotidiano con cui collabora, aveva scritto una bella e generosa recensione sulla mia raccolta di racconti. Fu un piacere, poi, conoscerla di persona, al Salone del Libro di quell’anno, e poterla così ringraziare  per aver scritto del mio libro. Mi piacque, questo incontro, mi emozionarono e mi emozionano  ancora le belle dediche che mi scrisse sui suoi libri, che intanto avevo acquistato e che avevo veramente apprezzato.

E, ora, fra poco meno di due settimane, potrò di nuovo incontrare Geraldina: infatti, al Salone del Libro, giovedì 13, alle ore 14, presso la Sala Avorio, Geraldina Colotti, con Valerio Cuccaroni e Susanna Tartaro (che bello, proprio Susanna!) presenterà il suo ultimo libro di poesie: La guardia è stanca (Cattedrale 2010) che è uscito nel gennaio scorso e che io, non appena rientrata in Italia, ho subito acquistato.  Era da tempo che mi proponevo di condividere con voi una delle poesie contenute in questo libro. E ora direi che è avvenuta l’occasione più adatta.  Come più volte ho scritto, se devo recensire poesie mi sento inadeguata. Ho sempre timore di rendere banale ciò che andrei a scrivere. La poesia è qualcosa che mi entra dentro, che abbraccio e mi abbraccia e rinserro in me, e che dentro mi scava. Come hanno fatto proprio queste poesie di Geraldina Colotti, che affrontano le miserie di questa nostra epoca in maniera lucida e anche ironica, a volte,  ma sempre satura di quella sensibilità, di quella empatia verso chi non ha voce, che a un Poeta mai dovrebbe mancare.  Scriverne un giudizio, che vada al di là di un commento banale, mi è estremamente difficile.  Allora mi appoggio ad altri, che hanno la capacità che a me manca. Prelevando, per esempio, un frammento dalla quarta di copertina del libro:
Geraldina Colotti conferma la sua ripugnanza per ogni genere di arroganza o vittimismo.
…L’Italia allucinata di oggi emerge con forza in brevi lampo di invettiva e di ironia.

O entrando
QUI

Prima di lasciarvi con una delle poesie di Geraldina Colotti,  vi invito ad acquistarne il libro (e non solo quest’ultimo, ma anche gli altri suoi libri di poesia e i suoi romanzi) , e invito chi sarà al Salone giovedì 13 ad andare alla sua presentazione. Io ci sarò, non potrei perdermela.

Genova 2001 (altre stagioni)

A Carlo

Figlio mio
figlio dei sassi
che non hai conosciuto
figlio mio caduto
nell’iperbole di un giorno
mai nato
ti renda la terra
l’onore della rabbia

(Da: La guardia è stanca di Geraldina Colotti- Cattedrale 2010)

Questa canzone, questo video, mi sembrano adatti, per concludere il mio post.

Francesco Guccini: Piazza Alimonda

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in presentazioni. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Geraldina Colotti: appuntamento al Salone del Libro

  1. cristinabove ha detto:

    se tanto mi dà tanto, certo che lo compro!otttima, ottima poesia!grazie, cara Milvia,  di averla proposta.un abbraccio

  2. margueritex ha detto:

    grazie davvero Milvia del tuo commento.ma anche io devo farti un complimento sincero: stai diventando davvero brava a leggere….una qualità che si aggiunge alle altre!

  3. anonimo ha detto:

    Grazie Milvia ,la poesia sul"mio ragazzo"mi attraversa e commuove  elo leggerò.Un abbraccioTinti

  4. Soriana ha detto:

    Cri: Sì, è brava, Geraldina.Milvia

  5. Soriana ha detto:

    Marguritex:  Il tuo apprezzamento mi gratifica moltissimo, cara Maggie. Grazie! Scopro sempre di più quanto mi piaccia leggere ad alta voce. E ti sono grata anche per avermelo fatto ri-scoprire.Milvia

  6. Soriana ha detto:

    Margueritex: Scuami, mi era sfuggita una vocale…Milvia

  7. Soriana ha detto:

    Tinti: Sempre, quando penso a Genova, mi viene un nodo in gola. E una rabbia, tanta rabbia.Un abbraccio a tutte. E grazie.Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...