I vari sensi della cultura

cultura1

http://urladalsilenzio.wordpress.com/

italy-nov30-2010-bookbloc

http://wrongarithmetic.wordpress.com

Fra le tante belle trasmissioni di Radio3,  una fra le mie preferite è Zazà, che va in onda dagli studi Rai di Fuorigrotta ogni domenica pomeriggio dalle 15 alle 16,45 ed è  condotta da Piero Sorrentino e Massimiliano Virgilio. Mi piace perché fa scoprire che Napoli non è solo la città dei rifiuti e della camorra e del degrado (ma si parla anche di questo), dando visibilità a realtà grandi e piccole che agiscono nel contesto culturale e sociale della metropoli partenopea.  
Realtà che, con gli attuali tagli che il nostro… illuminato e lungimirante governo sta attuando nel confronti della cultura, avranno sempre più difficoltà a sopravvivere.

Ospite della  trasmissione del 19 dicembre è stato Antonio Latella
dal 2010 direttore del Nuovo Teatro di Napoli.
Mi ha colpito ed emozionato la sua risposta alle domande postagli da uno dei conduttori: la cultura si può sacrificare? Che cosa si perde senza cultura?
La risposta di Latella è contenuta in un elenco che mi piace condividere con voi
e che fa così:

La cultura è la prima bandiera di un popolo, la bandiera che ti può aiutare a capire gli altri.

La cultura ti insegna la tolleranza.

La cultura è un biglietto da visita.

La cultura è ciò che siamo e ciò che erano i nostri padri.

Mettere la cultura a livello di un fanalino di coda è fare pornografia culturale e quindi non metterci in condizione di abbracciare gli altri. E questo è quello che fa il nostro paese. In altri paesi la cultura è la prima bandiera, non l’ultima.

La cultura è lavoro.
La cultura è industria.
La cultura è scuola.
La cultura è formazione.

La cultura è bisogno di chiederci continuamente perché siamo qui, perché ci siamo: è questo il compito della cultura, è questo che deve fare la cultura.

La cultura non deve illuderci che viviamo in mondi che non sono quelli.

La cultura, mi viene da aggiungere, è ossigeno. Questo governo che ha paura della cultura, perché la cultura è pensiero (e cittadini pensanti danneggiano chi è attualmente al potere), questo governo, dicevo, ci sta riducendo all’asfissia. Non lasciamo che raggiunga il suo scopo. Battiamoci per continuare a respirare: facciamolo per noi, per i nostri figli, e, anche, per i nostri Padri.

E qui sotto è un grande direttore d'orchestra  a esporci altri sensi della cultura.

Claudio Abbado in "Vieni via con me"

La cultura produce anche sorrisi, i più luminosi. Guardate questo video, è commovente vedere quei sorrisi.

Orquesta Juvenil Simon Bolivar de Venezuela

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in anonio latella, claudio abbado, tagli alla cultura, zazà radio3 e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a I vari sensi della cultura

  1. margueritex ha detto:

    la cultura è una voce interiore che ti dice: "non fermarti, procedi…sei solo all'inizio"
    Buon 2011 Milvia!!!
    e un enorma abbraccio

  2. accipicchia ha detto:

    Milvia, semplicemente grazie per questo post ma anche per tutti gli altri.
    Anche tu, con la tua passione e la tua giusta indignazione, da tanto stai donando cultura oltre che informazione.
    Piera

  3. utente anonimo ha detto:

    Grazie Milvia ,battiamoci per sperare ,per respirare di nuovo ,per sentire il vento…
    Tinti

  4. Soriana ha detto:

    Margaret: Anche a te un enorme abbraccio! Bella la tua definizione di cultura. Buon anno, cara.

    Milvia

  5. Soriana ha detto:

    Piera: Magari fosse come tu dici… Sì, informazioni ne do, è vero… Ma in quanto a cultura mi sento molto ignorante… E non lo dico per falsa modestia…
    Un abbraccio, Piera cara.

    Milvia

  6. Soriana ha detto:

    Tinti: battiamoci…fino all’ultimo respiro…
     
    A presto, cara e tanti auguri per tutto

    Milvia

  7. Soriana ha detto:

    Tonino: tu e le tue parabolette sono un apporto prezioso ai miei Rossiorizzonti. Grazie, Tonino!

    Milvia

  8. Soriana ha detto:

    Tonino: Errata Corrige: Tu e le tue favolette SIETE…

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...