Va' pensiero…

P1150578

(Vorrei che questa foto, che ho scattato sabato scorso alla manifestazione a favore della Costituzione e della Scuola, rappresentasse un simbolo per questa nostra Italia, che solo nella unità e nella pace può trovare la forza di andare avanti, e avere un nuovo Risorgimento, senza ombre, questa volta)

Non mi considero proprio per niente nazionalista, e le parole patria, patriottico, patriottismo, mi hanno  spesso imbarazzato, e anche infastidito, perché sono state utilizzate in contesti che non mi appartengono e che detesto. Così come l’esposizione della bandiera: mi ricordo fin troppo bene quando nel 2003, il tricolore sventolava dai balconi di chi era favorevole all’intervento militare dell’Italia nella guerra in Iraq, in contrapposizione alle bandiere arcobaleno, simbolo di chi, a quell’intervento, si opponeva. Tuttavia, capisco bene le motivazioni che hanno dato origine alle innumerevoli manifestazioni per celebrare il centocinquantenario dell’Unità d’Italia e, in parte, le condivido, anche se mi pare che la retorica su questa giornata tenda a tracimare, e che la realtà storica su come sia nata la nostra nazione sia stata, in molti casi, imbellettata e falsificata.
Ma non mi soffermerò ad analizzare le giuste motivazioni che ci hanno portato a questo speciale 17 marzo, nè affronterò altri argomenti, relatvi a come la Storia a volte si manipoli.
Una domanda ha circolato in questi giorni sui media: ma tu, ti consideri veramente italiano? Ecco, cerco di rispondere anch'io.

Non sono stati molti gli episodi della mia vita in cui mi sono sentita veramente italiana. Anzi, forse una sola volta ho provato intensamente questa emozione.
Con mio marito e pochi amici stavamo facendo una crociera in barca a vela, costeggiando le isole Vergini americane e inglesi. Una domenica mattina approdammo vicino a un isolotto non abitato e, mentre i miei compagni di viaggio andavano a esplorare il paradiso sottomarino, io, meno coraggiosa ed esperta di loro, rimasi sulla splendida spiaggetta, in compagnia dell’immancabile libro e di un minuscolo walkman, con cui cercavo di sintonizzarmi, per curiosità, sulle radio locali.
L’avevo appena acceso, quando dal silenzio sbocciò, è proprio questo il verbo che mi viene alla mente, il coro del Nabucco, quel Va’ pensiero che  anche in questi giorni mi è capitato di ascoltare così spesso. A mano a mano che il coro proseguiva, e che pareva fondersi in perfetta armonia con la natura meravigliosa in cui ero immersa, ho provato dentro di me una grande esaltazione, un'orgogliosa sensazione di appartenenza alla mia Patria, e mi sono ritrovata con le lacrime agli occhi. È stato uno dei momenti più belli, più magici che ho vissuto. E ogni volta che riascolto il Va’ pensiero mi ritrovo là, su quella spiaggia bianchissima, davanti a un mare dai colori incredibili, miglia e miglia lontana da casa, in solitudine perfetta, e riprovo la stessa emozione. Per il resto del tempo, non so… 
Il pensiero va, ma non trova una risposta.

Va' pensiero

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 17 marzo risorgimento, patria, vapensiero. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Va' pensiero…

  1. Soriana ha detto:

    Gemisto:  grazie, bellissimo!

    Milvia

  2. anonimo ha detto:

    Anche io non ho forte il senso della patria di appartennza , ho sempre  sentito mio"nostra patria è il mondo intero" ma , di fronte a chi vuole svilire questo paese e renderlo ignobile , rileggo alcuni  articoli della nostra costituzione e mi levo tanto di cappello , provo orgoglio e ne sono fiera.
    Allora ripartiamo di lì !
    Grazie Milvia sempre.
    Tinti

  3. Soriana ha detto:

    Tinti: Grazie, Tinti cara. Siamo sempre in sintonia.

    Ti abbraccio

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...