La mia risposta a Franz, al suo commento al post: Dieci cose…

corrispondenza_posta_prioritaria

 Caro Franz ,
certo che non mi dispiace il tuo ritardo: l’importante è che il tuo commento sia arrivato…
Come vedi,  ho pensato che l’elenco da te stilato meritasse un post, perché le considerazioni suscitate dai tuoi dieci punti occuperebbero uno spazio più ampio di quanto in genere è riservato a una mera risposta. Ecco, dunque, che riprendo e commento qui ogni punto del tuo elenco
.

I-pod, I-phone, I-pad: neppure io saprei dare una definizione  esatta di queste creature di Steve Jobs. Possiedo un I-pod, che avrebbe tante funzioni, ma non so bene quali, a parte quella di ascoltare musica. Me lo ha regalato mio figlio, quindi ha per me un grande valore affettivo. I-phone e I-pade non so bene che siano: cellulari? computer? Credo però che non li acquisterò mai. Un cellulare  con funzioni di base  mi è più che sufficiente ( e potrei, come ho scritto, rinunciare anche a quello), e per entrare in rete mi va benissimo un computer (e fino a che funziona, il mio vecchio Ibook G4 non verrà sostituito).

Alimenti a base di carne, pesce e derivati: d’accordo sulle prime due voci, non pronta, e penso che mai lo sarò, ad affrontare la terza. Ma questo già lo sai…

Pubblicità: ecco un'altra rinuncia che farei ben volentieri anch’io… Ma nel mettere giù il mio elenco, l'altro giorno,  non mi era venuta in mente. Non credo neppure che la pubblicità possa dare informazione (forse, e dico forse, la cosiddetta “pubblicità progresso”, può farlo). Molti atteggiamenti negativi, molti stili di vita iniqui vengono trasmessi attraverso la maggior parte degli spot, per non parlare del loro aspetto sessista e discriminatorio

Giornali e riviste: il mio o.k. anche su questo punto. Anche perché, quando a volte mi capita di acquistare un quotidiano, finisco poi per sfogliarlo appena. Un’eccezione posso farla per giornali come “Piazza grande” ( che, come sai, è il giornale dei senza dimora di Bologna) e la nuova rivista di Emergency (che però non ho ancora acquistato).

Una stampante: ce l’ho, una stampante, e difficilmente ci rinuncerei. Mi serve per alcune mie attività, so che non è un aggeggio molto ecologico, ma a volte bisogna scendere a compromessi…

Le religioni: il punto più interessante, questo! E, per una strana coincidenza, proprio poco prima di leggere il tuo commento, avevo avuto un pensiero simile. Sentendo, ieri, che il papa auspica che ci sia una nuova generazione di politici cattolici,  ho provato un’irritazione grandissima. E prima ho pensato che ci servirebbe una nuova generazione di politici onesti, e non importa che siano cattolici, avventisti, induisti, islamici, ebrei, buddisti… Ma subito dopo mi sono corretta: sarebbe meglio che la nuova generazione di politici (onesti!) non appartenesse a nessuna religione. Sarebbero più liberi, non influenzati da regole che, molto spesso, sono state coniate per opprimere. Se un’eccezione posso farla, la faccio per il buddismo, che, poi, più che una religione è una filosofia, nella cui visione del mondo, in parte, mi ritrovo.

Il rumore: già…. È indecente come il rumore ormai occupi tutti gli spazi che attraversiamo. Capisco, per esempio, che in una stazione non si possa eliminare il rumore dei treni, ma perché deve esserci anche il martellante rumore degli spot pubblicitari? Per non parlare, poi, dello squillo dei telefonini, che ci raggiunge ovunque siamo, e delle conseguenti conversazioni, sempre ad alta voce, che ci tocca di subire.

Il sapone liquido: anch’io prediligo quasi sempre la vecchia, e anche simpatica, direi,  saponetta. Ma qualche confezione di sapone liquido ce l’ho, nella mia riserva di prodotti per l’igiene. Fino ad esaurimento…

I fazzoletti di carta: quando sono venuta ad abitare in questa casa, dove è vissuta mia madre, ho scoperto decine e decine di confezioni di fazzoletti di carta, probabilmente acquistati dalla mamma dagli extra-comunitari, per un atto di generosità. Anche i fazzoletti di carta, quindi, fino a esaurimento…

Il fumo passivo: vorrei non commentare, questo punto… Vigliaccamente vorrei soprassedere… Non ho argomenti per controbatterlo. Insomma, magari ci lavorerò sopra…
Uffa!!! Hai ragione! Basta, non dico più niente…

Ciao, Franz! E grazie anche perchè sei stato l’unico ad avere lasciato un commento.
Un abbraccio, caro amico.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a La mia risposta a Franz, al suo commento al post: Dieci cose…

  1. utente anonimo ha detto:

    Ma che sorpresa ed onore, trovare un post intero di Rossi Orizzonti in replica al mio commento!
    Controreplicherò solo pochi punti, per non farla troppo lunga.

    Pubblicità: ribadisco che in rari casi il contenuto informativo non manca: penso ad esempio a certi annunci ascoltati da emittenti locali come la nostra 'Radio Città del Capo', o certe affissioni cittadine, o striscioni lungo le strade, relativi ad eventi culturali. Resto comunque convinto che sarebbe preferibile rinunciare ad essere fruitori passivi e quasi sempre involontari, e piuttosto andarsi a cercare autonomamente le informazioni desiderate.

    Religioni: è vero, non avevo pensato al buddismo. Ma in fondo, anche di quest'ultimo apprezzo anch'io la sola parte di filosofia e pratica di vita, solitaria quanto associata, mentre rinuncerei volentieri alla visione metafisica, che a mio parere rientra in quella categoria di tutte le religioni (consolatoria e immatura). Naturalmente è un'opinione, espressa frettolosamente, e probabilmente senza il dovuto rispetto.

    Rumore: giusti i tuoi esempi, ma per me la cosa più spaventosa è il rumore dei veicoli a motore, che, unito all'emissione di gas tossici e all'ingombro spaventoso ossessivo e debordante dei mostri di metallo, tende a trasformare le nostre splendide città in gironi infernali.

    Mi fermo qui, un caro saluto e un abbraccio a te!
    Franz

  2. accipicchia ha detto:

    Carissima, è incredibile come riesca a prendere spunto da qualsiasi cosa per riflettere su ciò che veramente è importante nella vita. Molto interessante anche l'approfondimento di Franz, blogger attento e rigoroso che ho conosciuto tramite te.
    Io ho provato a fare un piccolo elenco ma, ahimè, mi sembra tutto…essenziale…
    Scherzo. Un buona serata a te e a Franz.
    Piera 

  3. Soriana ha detto:

    Franz: L’onore di mettere in rilievo le parole di un blogger “attento e rigoroso”, come ha scritto, giustamente nel suo commento, la mia amica Piera, è tutto mio, caro Franz!
    Grazie della controreplica, alla quale controcontroreplicherò dicendo solo che approvo e sottoscrivo.
    Ciao e buona serata!
     
    Milvia

  4. Soriana ha detto:

    Piera: grazie, cara! Sono molto contenta che anche tu apprezzi Franz, un’altra bella conoscenza fatta attraverso la Rete che, come lo è la tua, è per me un prezioso regalo.
    Non credo affatto che per te non ci sia nulla a cui non puoi rinunciare…  Credo che  ci assomigliamo in molte cose, tu e io…
    Un abbraccio e buona serata a te!
    Milvia

  5. utente anonimo ha detto:

    grrrr il fumo grrrrrrr
    ma la carne l'ho eliminata e il latte i formaggi il burro…
    baciotti Milvia

  6. Soriana ha detto:

    Cinzia: io sto eliminando carne e pesce… Ma latte e formaggi e uova… umh… credo continuerò a cibarmene…
    Baciotti anche a te!

    Milvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...