Grazie, Prof!

Stefano Benassi (mia foto)

Erano almeno tre anni che non partecipavo a un concorso letterario. Mi era passata la voglia, senza un motivo specifico (pigrizia, forse),  benché avessi ottenuto molto spesso dei risultati davvero soddisfacenti. Ricordo che, ogni volta che mi arrivava la comunicazione della giuria, la prima persona che facevo partecipe di questa piccola vittoria era mio figlio. Ma, immediatamente dopo, scrivevo una mail a chi aveva in gran parte contribuito al mio… risveglio narrativo: scrivevo al mio professore di scrittura narrativa, e lui subito mi rispondeva, congratulandosi. Le ho ancora tutte, quelle mail.
Era una persona eccezionale, il professor Stefano Benassi, sempre gentile, disponibile, e coltissimo, ma che non faceva della sua cultura uno strumento per essere supponente e distante. Era un faro, per me, e per tutti i suoi allievi, sia per quelli del laboratorio di scrittura di Bologna, Rimini, Novellara, sia per gli studenti della facoltà di lettere e filosofia di Bologna, dove era docente di Sociologia della arte e della letteratura.
Quando quattro anni fa ci ha lasciato è stata per tutti e per gran parte della città, dove era molto conosciuto, una perdita lacerante, che, personalmente, io non ho ancora del tutto superata.
Così, quando la primavera scorsa l’Università Aperta “Giulietta Masina e Federico Fellini” di Rimini, dove il Professore ha tenuto per diversi anni laboratori di scrittura narrativa e poetica (quelli che ho frequentato), ha deciso di dedicargli un premio letterario ho pensato che non potevo non partecipare. Glielo dovevo, è grazie a lui se ho ripreso a scrivere dopo decenni di inattività. E ho scritto un racconto (il regolamento specificava che il testo doveva essere inedito) e ho spedito.
Giovedì mattina ho ricevuto una telefonata: Hai vinto il secondo premio, mi ha detto Manuela Angelini, dell’Università Aperta. Ecco, devo dire che di telefonate simili ne ho ricevute parecchie, negli anni passati. Ma nessuna mi ha fatto provare una gioia più grande di questa.

Caro prof, non le posso scrivere, questa volta. Ma mi piacerebbe, oggi, credere in un mondo ultraterreno e sapere che sta sorridendo, contento per questa piccola vittoria della sua allieva. E, comunque, ancora una volta: grazie, Prof!

La cerimonia di premiazione è fissata per domenica 16 settembre, ore 18, al Palazzo del Podestà, piazza Cavour, Rimini, nell’ambito delle iniziative di inaugurazione del nuovo anno accademico di Università Aperta.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Grazie, Prof!

  1. annamaria49 ha detto:

    Congratulazioni, carissima, è una gioia anche per me. Quando un insegnante sa trasmettere il fuoco della passione, resta nel cuore e non muore del tutto sulla terra. Lui gioisce con te.
    Buon tutto, un abbraccio.
    annamaria

  2. Riri52 ha detto:

    Complimenti! In pratica sei arrivata per prima. Brava. Ciao Rita

  3. mirella ha detto:

    Complimenti Milvia per l’affermazione! E grazie per aver ricordato il nostro Prof. Nessuno che abbia beneficiato delle sue lezioni può dimenticare il suo carisma, l’impegno e la generosità con la quale teneva i suoi seminari. Sono molto contenta ancor oggi di aver modestamente contribuito all’organizzazione pratica degli stessi. Ricordo come tutti i partecipanti stessero ore e ore in silenzio appassionato ad ascoltare la sua bella voce pacata che ci apriva orizzonti nuovi, non solo sulla letteratura, ma sull’arte in generale. Una delle lezioni che più mi appassionò fu quella dedicata al confronto tra scrittura e immagine attraverso il romanzo “Doppio sogno” di Schnitzler e il film di Kubrick “Eyes Wide Shut”, e “Io non ho paura” di Ammaniti e l’omonimo film di Salvatores.

  4. Milvia ha detto:

    Beh, Mirella, tu sei stata il motore di quegli incontri, e non sempre ti è stato riconosciuto il giusto merito. Mi piacciono le parole con cui hai ricordato il nostro Prof…
    Me le ricordo anch’io, le bellissime lezioni che hai citato.
    Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...